BioShock Infinite: rivelati i DLC Clash in the Clouds e Burial at Sea - immagini e video

Gli Irrational Games fanno la spola tra Rapture e Columbia per mostrarci le prime, attesissime espansioni del loro iconico sparatutto in prima persona

BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini

A quattro mesi esatti dalla conclusione della straordinaria avventura intrapresa da Elizabeth e Booker DeWitt nella campagna principale di BioShock Infinite, gli sviluppatori di Irrational Games decidono di ravvivare le emozioni vissute da chi ha avuto la fortuna di immergersi nella poetica e violenta dimensione retrofuturistica di Columbia per annunciare Clash in the Clouds e Burial at Sea, i primi contenuti aggiuntivi del loro iconico sparatutto ruolistico.

Il DLC di Clash in the Clouds è disponibile già da qualche ora su Steam, PSN e Xbox Live al prezzo di 4,49€ o 400 Punti Microsoft (o gratis per i possessori di un Season Pass): una volta scaricato, il contenuto aggiuntivo in questione si premura di ampliare ulteriormente il già ricco parco dei divertimenti digitale di Columbia con una serie di sfide da svolgersi all'interno di quattro arene inedite specificamente realizzate per porre l'utente nella condizione di acquisire nuovi elementi d'equipaggiamento affrontando quindici ondate di nemici in ciascuna delle mappe implementate dagli sviluppatori.

Decisamente più atipico sarà invece il programma di viaggio virtuale organizzato dagli Irrational Games con Burial at Sea: suddivisa in due episodi distinti a cui accedere solo dopo aver concluso la storia principale, l'espansione ci permetterà di utilizzare i poteri spaziotemporali di Elizabeth per riguadagnare le profondità dell'oceano visitando la città sommersa di Rapture all'apice del suo splendore.

Essendo ancora in pieno sviluppo, il primo episodio di Burial at Sea non ha ancora una data d'uscita ufficiale: l'unica data certa fornitaci dagli Irrational Games è quella del 31 dicembre 1958, ossia il giorno che ci ritroveremo a vivere nei panni di Booker e che, nella cronologia della serie, anticipa il tremendo bombardamento della metropoli utopica di Ryan e il suo conseguente declino.

Dal punto di vista della giocabilità spicciola, il primo episodio riproporrà alcuni degli elementi caratteristici dei primi due capitoli "subacquei" della saga, mentre il secondo ci porterà a interpretare Elizabeth, con tutte le conseguenze che potete facilmente immaginare in termini di gameplay. Entrambi gli episodi, come il DLC Clash in the Clouds, saranno compresi nell'offerta del Season Pass di BioShock Infinite: a giudicare dalle frammentarie informazioni raccolte in queste ore dai giornalisti riusciti a intercettare gli uomini di Ken Levine, i capitoli 1 e 2 di Burial at Sea dovrebbero essere disponibili rispettivamente nella fine del 2013 e nei primi mesi del 2014.

BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini
BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini
BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini
BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini
BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini
BioShock Infinite: Clash in the Clouds e Burial at Sea - galleria immagini

BioShock Infinite: a fine mese i dettagli sul primo DLC


1 luglio 2013 - A cura di David

Avete già finito BioShock Infinite dieci volte e siete in ansiosa attesa per i DLC? Buone notizie: Geoff Keighley, il presentatore di GameTrailers e spesso divulgatore di primizie, ha scritto dalla sua pagina Twitter che i dettagli per il primo contenuto aggiuntivo del gioco saranno svelati a fine luglio.

Ciò naturalmente significa che non dovremmo aspettarci l'uscita del DLC prima di fine agosto (immaginiamo noi). Anzi, probabilmente ci sarà da aspettare fino a settembre. In ogni caso rimaniamo sintonizzati.

Uscito il 26 marzo su PC, PlayStation 3 e Xbox 360, il gioco è stato accolto da una pioggia di "perfect score" elargiti dalle testate videoludiche di tutto il mondo.

Nella nostra recensione di BioShock Infinite, il nostro Michele Galluzzi ha criticato la mancanza di originalità delle meccaniche di gioco, pur riconoscendo al titolo numerosissimi lati positivi, dicendo: «Giocando, si ha inoltre l’impressione di assistere a un film interattivo in cui le scene di combattimento servono solo a fare da contorno alle sessioni esplorative e alle fasi di dialogo con Elizabeth: a dispetto della straordinaria profondità di campo offerta dagli spazi all’aperto della città utopistica di Comstock, l’universo digitale di Levine ci restituisce così l’immagine di una dimensione chiusa, di una bolla dorata con regole proprie che gli appassionati non possono modificare in alcun modo. A prescindere dal mancato slancio di innovazione nelle meccaniche di gioco e dall’assenza di elementi sandbox con cui rendere più ricca e dinamica l’esperienza nei panni di Booker, BioShock Infinite riesce comunque a garantirsi un posto nell’Olimpo degli sparatutto in prima persona grazie a una regia da Oscar e da un tratto stilistico unico nel panorama dei videogiochi moderni.»

  • shares
  • Mail