I rivenditori contro Steam: "uccide il mercato PC"


I rivenditori online e non di giochi per PC hanno attaccato duramente Steam dalle pagine di MCV. La tesi sostenuta vuole che il servizio online di Valve abbia ormai un monopolio troppo difficile da contrastare. I direttori di due fra i più grandi di questi rivenditori hanno invitato i publisher a produrre versioni dei loro giochi che non compaiano su Steam (come Sports Interactive ha fatto con Football Manager 2011) e hanno dichiarato:

«I publisher se ne sbattono di quel che accade ai clienti. E questo è un punto cruciale, perché invece Steam se ne interessa. Ho combattuto duramente per i miei clienti, e mai prima d'ora li avevo persi. Steam sta uccidendo il mercato PC e non è una sorpresa che gli altri rivenditori digitali stiano fallendo. Steam sta chiudendo a chiave il mercato»

Il servizio online ideato da Gabe Newell e soci ha da poco superato la soglia dei 30 milioni di utenti.

Molti giocatori sono invece d'accordo sul fatto che grazie alle continue promozioni e alla qualità dei servizi offerti, Steam possa vantare il merito di aver contribuito fortemente a mantenere vivo il mercato dei giochi su PC. E voi come la pensate?

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: