Nintendo Wii U, cresce l'interesse delle terze parti nel 2014

Gli sviluppatori third party sembrano essere più interessati a Nintendo Wii U rispetto al passato

nintendo wii u

16/01/2015, ore: 13.00

Sappiamo tutti che Nintendo Wii U ha un punto di forza che manca alle rivali: delle esclusive che la rendono appetibile agli occhi dei consumatori, soprattutto di coloro che amano le IP forti di Nintendo, e che la contraddistinguono notevolmente rispetto a PlayStation 4 e Xbox One. Tale punto di forza, purtroppo, si trova a convivere con un punto di debolezza che affligge Nintendo sin dagli inizi della sua storia nel mercato dei videogiochi: la compagnia non riesce ad attirare l'attenzione degli sviluppatori di terze parti.

Ecco perché la notizia che stiamo per darvi, e che è il frutto di un sondaggio svolto durante la Game Developers Conference, risulta essere molto interessante: il 6% degli sviluppatori presenti alla conferenza, infatti, ha spiegato che intende pubblicare il proprio gioco anche su Nintendo Wii U; un altro 6%, poi, ha dichiarato che ha in progetto di sviluppare un titolo solo per la console della Grande N: insomma, davvero un bel momento per l'azienda.

Approfondisci: Xbox One, il prezzo negli USA diventa definitivo

Non si tratta di percentuali elevate e sconvolgenti, ma risulta senz'altro interessante il fatto che rispetto al 2013 l'interesse è aumentato del 2%, visto che nel 2013 era fermo al 4. Nintendo ha sempre fatto un buon lavoro a livello software, ma, per quanto riguarda l'hardware, oltre al rapporto qualità/prezzo, in questa generazione ha lasciato leggermente a desiderare: ecco perché, seppur piccolo, questo aumento d'interesse da parte degli sviluppatori va apprezzato. Coraggiosi, no?

Via | My Nintendo News

- Mik -

Nintendo Wii U news: +47% negli USA in circa un anno


nintendo wii u

Non è la prima volta che vi diamo news positive sulle vendite di Nintendo Wii U in questo 2014: non possiamo ancora parlare di un successo per la console della Grande N, soprattutto se guardiamo al riscontro che hanno avuto presso il pubblico altre console; ma possiamo senz'altro sottolineare che vi è stata una chiara risalita in un momento che avevamo giudicato più volte terribile: anche i fan della Big N non possono negarlo, visto che i dati di vendita hanno parlato chiaro più e più volte.

Oggi la situazione sta cambiando pian piano: i dati di vendita pubblicati da NPD Group sono infatti entusiasmanti; si parla, per la precisione, di un aumento netto delle vendite pari al 47% rispetto all'anno scorso: ora, sappiamo bene che se i dati erano bassi un anno fa, potrebbero esserlo anche adesso; l'aumento, però, dimostra che la strategia di Nintendo non si sta rivelando più fallimentare, visto che parliamo, tra l'altro, di pubblico USA, per sua natura affezionato alle console concorrenti. Buoni, anche i dati relativi al software: l'aumento è stato dell'87%, e non è neanche inaspettato, dato che in un anno ne sono usciti di giochi degni di nota.

Approfondisci: Sony si scusa per i problemi al PlayStation Network

I dati di cui vi parliamo risalgono al mese di ottobre, quando ancora non era uscito Super Smash Bros: dubitiamo, sinceramente, che non si aggiungerà qualche altro punto percentuale fino alla fine del 2014, soprattutto se considerate l'imminenza delle festività natalizie. Che dire, se non lunga vita a Wii U? Con la speranza, ovviamente, che nella prossima generazione si parta sin da subito al meglio.

Via | Game Zone

Aggiornato da MIK (14.00, 15/11/2014)

Nintendo Wii U news: in UK vendite aumentate del 60%


nintendo wii u

Sull'insuccesso di Nintendo Wii U potremmo star qui a parlare per ore e ore, ma - come sapete - è arrivato il momento di voltare pagina e di pensare alla console e al suo futuro con maggiore ottimismo: a metterlo in evidenza è il capo dell'ufficio marketing di Nintendo UK, Shelly Pearce, che recentemente ha dichiarato come la situazione di Nintendo Wii U sia destinata a cambiare, soprattutto grazie alle nuove IP.

Ai microfoni di MCV, infatti, Pearce ha dichiarato che nel Regno Unito le vendite sono cresciute del 60% rispetto ai periodi precedenti e che la situazione potrebbe migliorare notevolmente grazie a titoli come Mario Kart 8: il membro Nintendo, infatti, ha spiegato che è proprio grazie al gioco di corse che Nintendo Wii U, in un certo senso, è riuscita a far cambiare l'atteggiamento della gente nei suoi confronti e dunque a farsi conoscere meglio (cosa importantissima, visto che c'è ancora chi la confonde con Nintendo 3DS o, peggio ancora, con Nintendo Wii).

Approfondisci: grande successo per New Nintendo 3DS

Ora la speranza sta tutta nel periodo natalizio, che porta con sé maggiori spese da parte dei consumatori e conseguenti maggiori entrate nelle casse aziendali: Nintendo ha molto da fare in termini di bundle e nuove proposte, ma dubitiamo che concluderà l'anno con un buco nell'acqua; abbiamo già visto, infatti, che dopo l'E3 2014 è esplosa la fiducia nei confronti del futuro della console e come leggerete qui di seguito anche esperti del settore si erano detti fiduciosi ancor prima dell'evento di Los Angeles.

Saremo qui ad aggiornarvi, sperando di darvi soltanto belle notizie.

Aggiornato da MIK (12.00, 21/10/2014)

Via | MVCUk

"Non è il momento di rinunciare": parla Hamamura


Nintendo Wii U è una console che ha dalla sua parte dei giochi davvero belli e una line-up molto più nutrita rispetto a quella di Xbox One e PlayStation 4 (basta dare un'occhiata alle classifiche settimanali e mensili italiane per capirlo): sarà che è sul mercato da più tempo, ma è evidente a tutti che i giochi per le console Microsoft e Sony siano ancora pochi e che tutto il parco-software debba essere aggiornato con nuove interessanti IP (il colosso di Redmond, a tal proposito, ha molte cose in serbo per noi in vista dell'E3 2014).

Per questo motivo, ci sentiamo di non condividere le parole di un ex caporedattore di Famitsu, rivista nipponica che non ha certo bisogno di presentazioni, sulla possibilità che la console riesca a risollevarsi; stiamo parlando di Hirokazu Hamamura, oggi presidente del gruppo Enterbrain e delle sue dichiarazioni a Sankei Biz:

Wii U è in crisi, ma non è ancora arrivato il momento di rinunciare. [Nintendo] non ha altra scelta, se non quella di continuare a rilasciare software popolare.

In via di sviluppo ci sono giochi davvero molto belli, come Mario Kart 8, e si aspettano con ansia pure Bayonetta 2 e X di Monolith; siamo sempre più convinti, però, che il buongiorno si veda dal mattino e che questa console sia destinata a restare in un seppur rispettabile pubblico di nicchia. Con la speranza che, per la prossima generazione di hardware, Big N pensi bene a un'ottima campagna marketing, a un hardware sufficientemente apprezzabile e soprattutto a dei giochi da lanciare sin da subito nel mercato. Quali sono, invece, le vostre considerazioni?

Via | Nintendo Everything

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: