Dragon Age Inquisition esce a novembre: BioWare spiega i motivi del ritardo

Dopo Battlefield Hardline, anche il GDR a mondo aperto di BioWare viene posticipato in risposta alle nuove direttive di Electronic Arts

Mark Darrah, produttore esecutivo di Dragon Age: Inquisition, prende carta e penna (metaforicamente, s'intende!) e dalle pagine del blog ufficiale di BioWare ci informa di aver posticipato la data di lancio del suo prossimo gioco di ruolo open-world tanto nella sua versione PC quanto in quella da destinare agli appassionati della saga su PlayStation 4 e Xbox One.

"Vi scrivo per informarvi che Dragon Age: Inquisition ha una nuova data di uscita che coincide con il 18 novembre in Nord America e il 21 dello stesso mese in Europa. Da quando abbiamo cominciato a lavorare su Dragon Age: Inquisition quasi quattro anni fa, il nostro obiettivo era ed è sempre rimasto quello di creare la migliore esperienza di gioco possibile, ed è stato proprio questo obiettivo ad aver motivato molte delle nostre scelte, dal passaggio al Frostbite alla reintroduzione degli elementi di customizzazione del personaggio e personalizzazione delle abilità da evolvere. Abbiamo dato tutto per garantire ai nostri fan un titolo indimenticabile, con una storia epica, una libertà assoluta e un sistema di combattimento appagante."

Dragon Age: Inquisition - guarda le immagini dell'E3 2014

Dragon Age: Inquisition - galleria immagini

Leggi anche - Battlefield Hardline slitta al 2015

"Ho il privilegio di far parte di un team che ha lavorato molto duramente per superare ogni ostacolo che ha incontrato nel corso dello sviluppo di Inquisition. Tutto ciò ha significato la creazione di una mole enorme di contenuti di gioco, oltrechè di interventi sui bug grandi e piccoli che abbiamo incontrato e che ci sono serviti da esempio per capire come muoverci e migliorare l'esperienza complessiva. Quest'ultimo aspetto del nostro lavoro, però, richiede del tempo ulteriore se vogliamo mantenere le nostre promesse ed è per questo che abbiamo deciso di rinviare il titolo di un mese e mezzo, vogliamo impiegare questo tempo per rafforzare l'impatto emotivo delle scelte dell'eroe sulle dinamiche narrative e sull'evoluzione del mondo di gioco, a vogliamo anche garantire un'esperienza perfetta a prescindere dalla piattaforma su cui deciderete di giocare Inquisition. Grazie ancora per la pazienza e il supporto!"

Con lo slittamento di Dragon Age: Inquisition al 21 novembre di quest'anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One, il team di Darrah segue a ruota la decisione assunta dai ragazzi di DICE con l'annuncio del posticipo ai primi mesi del 2015 di Battlefield Hardline, avvenuto proprio in queste ore in risposta alle nuove direttive di EA in merito ai test e alle verifiche generali che le sussidiarie del colosso americano, d'ora in avanti, saranno tenute a condurre per garantire la bontà del lavoro svolto in tutte le fasi del processo di sviluppo dei videogiochi e dei motori grafici.

via | DragonAge.com

Approfondisci - Dragon Age: Inquisition - immagini e informazioni sui companion

  • shares
  • +1
  • Mail