5 cose da sapere su The Sims 4

Ecco cinque curiosità sull'ultima fatica di Maxis ed Electronic Arts, in arrivo il 4 settembre per PC.

La promozione di The Sims 4 è in moto ormai da mesi. Siamo agli sgoccioli, subito dopo l’estate potremo finalmente toccare con mano il lavoro certosino fanno dagli sviluppatori di Maxis e The Sims Studios, che da settimane promettono un’esperienza completamente rivista rispetto al The Sims che abbiamo amato negli anni passati, dal primo esperimento del 2000 al recente (per modo di dire, sono trascorsi ormai otto anni) The Sims 3.

Dal 4 settembre anche noi europei - solo gli utenti di PC, la versione per Mac OS X tarderà un po’ ad arrivare - potremo immergerci nel nuovo universo creato, sbizzarrirci nella creazione dei nostri Sims, dare sfogo alla creatività nella fase di costruzione degli edifici e, in seguito, sperimentare tutte le nuove emozioni e interazioni introdotte dagli sviluppatori.

Vi abbiamo parlato a più riprese di The Sims 4, mostrandovi ricche gallerie e video di ogni sorta, oggi vogliamo fare un piccolo recap concentrandoci però su curiosità che non saltano all’occhio fin da subito, chicche che vi farà senza dubbio piacere conoscere.

The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini
The Sims 4: galleria immagini

LEGGI ANCHE: The Sims 4, ecco i requisiti di sistema PC

Linea temporale

bella-goth

Dove si colloca The Sims 4 rispetto ai precedenti capitoli? Da nessuna parte. O meglio. Il gioco è ambientato in un universo alternativo e il periodo di tempo in cui i nostri Sims vivono e interagiscono non ha nessuna continuità con The Sims 3 o precedenti.

Per questo motivo non è affatto una sorpresa che alcune famiglie che abbiamo già avuto modo di conoscere, come Bella e Mortimer Goth, faranno il loro ritorno anche in questo nuovo capitolo.

APPROFONDISCI: The Sims 4, immagini e video sul nuovo editor di Sim

Esperienza offline, connessione saltuaria

The Sims 4 21-07-2014

EA ha promesso che per giocare a The Sims 4 non sarà necessaria una connessione internet, non sempre almeno. La grande maggioranza del titolo sarà giocabile offline, ma si dovrà fare ricorso a internet per accedere ai contenuti in-game e per installare il gioco la prima volta.

Se non siete ancora raggiunti da Fibra Ottica, insomma, potrete dormire sonni tranquilli: la banda larga non sarà necessaria per godere appieno della nuova avventura dei vostri Sims.

Colonna Sonora d’autore

A dimostrazione di come in casa Maxis e The Sims Studio abbiano deciso di fare le cose in grande per questo quarto capitolo di The Sims, la colonna sonora del titolo è stata affidata al compositore inglese Ilan Eshkeri, in una delle sue prime esperienze nel mondo dei videogiochi.

Eshkeri ha firmato importanti colonne sonore cinematografiche, da quella di Hannibal Rising a quella di Stardust, passando per Kick-Ass e 47 Ronin.

Niente bebè né piscine

The Sims 4: galleria immagini

La versione base di The Sims 4 non vedrà la comparsa di bebè. Quella fase di età è stata volutamente esclusa dal gioco: ci saranno neonati e ragazzini, ma quelli che si apprestano a compiere i primi passi, quelli che gli inglesi chiamano toddler, potrebbero arrivare in un secondo momento grazie alle espansioni che saranno rilasciate nei mesi successivi.

Allo stesso modo - e chi sperava di intrappolare i propri Sims resterà deluso - non sarà possibile costruire delle piscine, almeno non nella versione base del gioco. EA assicura che non se sentiremo troppo la mancanza:

E anche se la costruzione di piscine non sarà possibile a settembre, esiste un nuovo strumento Fontana che permette di creare paesaggi sofisticati.

Addio vicinati, benvenuti Mondi

Il concetto classico di vicinato è stato completamente rivisto in questa quarta avventura. Dimenticate i vicinati che avete visto e vissuto nei precedenti capitoli, The Sims 4 introduce un sistema di Mondi, ciascuno composto da vari quartieri. Due quelli confermati finora: Willow Creek, basato sulla città di New Orleans, e Oasis Spring, caratterizzato invece da un’ambientazione desertica.

I Sims potranno muoversi da un quartiere all’altro, ma il giocatore avrà il controllo totale soltanto di quelli che si trovano nel quartiere caricato in quel momento. Con gli altri l’interazione del giocatore sarà limitata, ma basterà caricare quel quartiere o far tornare a casa quei Sims per un’interazione completa.

  • shares
  • Mail