Destiny: Paul McCartney olografico nel videoclip ufficiale di "Hope for the Future"

Uno Spettro, Billy Barattolo e tanta voglia di stupire

Sul canale YouTube ufficiale di Paul McCartney è apparso quest'oggi il videoclip di "Hope for the Future", il brano originale composto dall'ex Beatles, da Mike Salvatori e da Marty O’Donnell per la colonna sonora di Destiny.

Ad accompagnare la voce di Paul troviamo i 120 elementi di un'orchestra sinfonica riunitasi negli storici studi di registrazione londinesi di Abbey Road per contribuire a rendere ancora più emozionante questa ballad che fonde il pop con la musica classica: peccato solo per l'orrendo effetto-ologramma utilizzato per immortalare a schermo McCartney mostrandocelo fuori da ogni contesto narrativo del kolossal sci-fi di Bungie, visto l'impiego di uno Spettro come una sorta di proiettore futuristico e la presenza di pacifici Guardiani intenti a godersi lo spettacolo mentre il mondo attorno a loro va a scatafascio per colpa degli alieni.

Destiny Hope for the Future videoclip 09-12-2014

L'intento del misterioso - e coraggioso - regista di questo video musicale, infatti, sembra essere quello di ripoporre lo schema dei cari, vecchi messaggi olografici di Guerre Stellari, ma il risultato finale è così approssimativo e insipido da risultare indigesto. Quasi comico.

Perchè non immortalare l'ologramma di Paul a grandezza naturale, visto lo spazio a disposizione dello Spettro? I Guardiani dove trovano il tempo per sedersi e godersi placidamente il concerto nel bel mezzo di una battaglia all'ultimo sangue contro le forze del male? Chi ha fatto la liposuzione digitale alle gambe olografiche al povero Paul? Perchè il proiettore dello Spettro ha una risoluzione così infima?

Ritornando alla ciccia videoludica, prima di lasciarvi sulle note e sulle immagini dello straordinario (!!!) videoclip di "Hope for the Future" ricordiamo ai nostri prodi lettori che l'universo di gioco di Destiny vede accogliere proprio oggi su PS3, PS4, X360 e XB1 il ricco pacchetto di missioni, di aree esplorabili e di sfide inedite dell'Espansione 1 "L'Oscurità dal Profondo".

  • shares
  • +1
  • Mail