The Witcher 3: Wild Hunt - nuovi chiarimenti dagli sviluppatori sui motivi dell'ultimo ritardo

Ecco quali sono i motivi che hanno spinto i vertici di CD Projekt RED a rimandare di altri tre mesi il lancio del loro attesissimo gioco di ruolo a mondo aperto

Interpellato da un gruppo di giornalisti polacchi in merito alle motivazioni che hanno spinto il suo team a far slittare nuovamente il lancio ufficiale di The Witcher 3: Wild Hunt, Adam Kiciński di CD Projekt RED ha offerto ai presenti, e quindi a tutti noi, degli ulteriori chiarimenti sulle scelte operate dai vertici della compagnia di Varsavia per salvaguardare il loro kolossal ruolistico e tutti coloro che indosseranno i panni dell'ultima epopea fantasy di Geralt di Rivia:

"I giocatori hanno preso bene la nostra decisione di rimandare The Witcher 3, e questo perchè c'è una grande paura per la scarsa ottimizzazione dei titoli che vengono rilasciati con troppo anticipo su piattaforme current-gen. Il gioco in sé è praticamente pronto e le tempistiche del processo di sviluppo sono assolutamente in linea con i nostri piani originari, ma dobbiamo risolvere un sacco di piccoli bug perchè è un titolo enorme. All'inizio, non avremmo mai immaginato che avrebbe raggiunto delle simili dimensioni, solo dopo aver provveduto a mettere insieme i diversi pezzi dell'avventura e dell'ambientazione nel corso delle ultime fasi del processo di sviluppo ci siamo accorti che sarebbe stato più grande dei due capitoli precedenti messi assieme."

The Witcher 3: Wild Hunt - galleria immagini

The Witcher 3: Wild Hunt - galleria immagini

Approfondisci - The Witcher 3: Wild Hunt - i nuovi screenshot smentiscono il downgrade grafico

"Stiamo solo imparando a giocare per studiare ogni singolo elemento di questa enorme dimensione open-world e correggere gli eventuali errori incontrati di volta in volta, ma sappiamo cosa fare e ci adopereremo per evitare di proporvi un titolo con bug che, seppur piccoli, possono minare profondamente l'esperienza di gioco."

Stando ad Adam Kiciński, quindi, nonostante la cocente delusione causata nei fan al momento dell'annuncio dell'ennesimo slittamento della data di lancio di The Witcher 3, a mente fredda gli appassionati della serie e i cultori di giochi di ruolo saranno contenti di non incappare negli stessi, fastidiosi bug incontrati nelle dimensioni digitali di Assassin's Creed Unity, di DriveClub e della Master Chief Collection di Halo.

In ragione di quest'ultimo posticipo, The Witcher 3: Wild Hunt è previsto in uscita per il 19 maggio su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

via | Eurogamer.net

  • shares
  • +1
  • Mail