Glorious Leader: lo sviluppo continua nonostante l'attacco hacker a Sony

I ragazzi di Monyehorse non cedono alle minacce degli hacker nordcoreani e dichiarano di voler proseguire i lavori sul loro sparatutto satirico con protagonista Kim Jong-un

Il tristemente famoso attacco hacker subito da Sony il 19 dicembre scorso e il conseguente annullamento dell'uscita nelle sale cinematografiche di The Interview ha portato a una crisi diplomatica (l'ennesima) tra gli USA e la Corea del Nord, ma i vertici di Moneyhorse non hanno la benché minima intenzione di farsi trascinare dagli eventi e, ai microfoni di Associated Press, annunciano di voler continuare lo sviluppo di Glorious Leader!

Jeff Miller e i ragazzi del suo team di sviluppo indipendente decidono quindi di non farsi intimidire dai cyber attacchi portati a Sony dagli hacker della Corea del Nord e di proseguire i lavori su questo insolito sparatutto "alla Metal Slug" che prende di mira (in tutti i sensi!) la figura del dittatore nordcoreano Kim Jong-un e il suo folle regime isolazionista.

Unicorni da combattimento, dittatori ansimanti e narvali-missile nelle prime, esilaranti immagini di gioco di Glorious Leader!

Glorious Leader! - galleria immagini

The Interview e l'attacco hacker a Sony della Corea del Nord: segui tutta la vicenda su Downloadblog

A rendere ancora più importante la posizione assunta da questa piccola ma coraggiosa realtà indie di Atlanta ci pensano le dichiarazioni rilasciate a tal proposito dallo stesso Miller in concomitanza con il lancio di raccolta fondi su Kickstarter e del rilancio della campagna di sottostrizione tra gli utenti di Steam attraverso il programma Greenlight:

"Vogliamo che il gioco sia di stringente attualità e sappiamo che la figura di Kim Jong-un, per quanto controversa possa essere, offre delle soluzioni creative e videoludiche assolutamente incredibili. L'attacco hacker contro Sony ci turba ma vogliamo e dobbiamo andare avanti con il nostro videogioco satirico, sapevamo che ci sarebbero state delle critiche ma a questo punto è evidente che non sapevamo a cosa stavamo andando realmente incontro. Tutta la situazione sta diventando un po' strana, ma tant'è: l'unica cosa che mi preoccupa è che molto probabilmente avremo bisogno di più soldi per proteggerci da ogni eventuale attacco informatico. Abbiamo già proposto il gioco a Microsoft ma ci hanno risposto di no, volevamo proporlo anche a Sony ma a questo punto mi sa che conviene aspettare un po' prima di farci vivi da quelle parti...!"

Hacker, cancellazioni e dittatori permettendo, Glorious Leader! dovrebbe vedere la luce a metà 2015 su PC, Mac OS e Linux/SteamOS.

via | Associated Press

  • shares
  • +1
  • Mail