Playstation 3 aiuta i ricercatori


Vi ricordate quanto si affermava anni fa quando Sony annunciò il nuovo processore in collaborazione con IBM e la caratteristica di poter creare una rete computazionale grazie ad esso? Vi ricordate anche del programma Folding@home annunciato mesi fa? Ebbene è arrivato il fatidico momento di poter sfruttare il cuore di Playstation 3 per una buona causa.

A fine marzo verrà aggiunta nel cross media bar (XMB) di Playstation 3 (via aggiornamento firmware) l'icona Folding@home.
Questa ci permetterà, una volta attivata, di rendere disponibile i processi di calcolo del processore Cell non utilizzati per aiutare i ricercatori della Stansford University nelle ricerche di malattie quali Alzheimer, Parkinson, fibrosi cistica e molti altri tipi di cancro (su Kotaku e Joystiq trovate alcune immagini).

Viene dichiarato che di norma per simulare il processo di una proteina con un computer solo ci vogliono circa 30 anni, con il processore Cell, che è 10 volte più veloce di un chip standard per PC e soprattutto lavorando in parallelo con milioni di altri processori, si avrebbe una notevole potenza di calcolo riducendo di gran lunga i tempi di ricerca.

Playstation 3 potrà inoltre essere settata in modo da utilizzare il processore mentre la macchina non è usata, tenendo comunque la console accesa e collegata ad internet (non ci sono informazioni sul dispendio energetico e di calore).

Mi complimento con Sony per questa utile iniziativa (la prima di una lunga serie a quanto pare), alla quale aderirò appena disponibile il nuovo firmware.

[Via Kotaku]

  • shares
  • +1
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: