Beyond Good & Evil 2 e i suoi tempi biblici di sviluppo: Michel Ancel dice la sua

Beyond Good

Impegnato nello sviluppo di Rayman Legends, Michel Ancel si prende un attimo di pausa per offrirsi al fuoco di fila dei giornalisti di Official PlayStation Magazine e spiegare loro perchè ci sia bisogno di così tanto tempo per dare alla luce Beyond Good & Evil 2:

"Si tratta di un progetto molto ambizioso e personale, vogliamo farne il videogioco dei nostri sogni e per questo abbiamo bisogno di un sacco di tempo per dare forma alle nostre idee. Ci sono giochi che richiedono un periodo di sviluppo lunghissimo, escono dopo dieci anni e deludono le aspettative degli appassionati soprattutto perchè, di solito, chi se ne occupa interrompe i lavori e li ricomincia daccapo. Questo però non è il nostro caso.

Io e il mio team ci stiamo muovendo in una direzione completamente diversa, conduciamo delle ricerche per sviluppare meccaniche di gioco sempre più fluide e ambientazioni sempre più grandi ed esplorabili. Il problema principale è proprio questo, il titolo avrà un mondo di gioco enorme e c'è da lavorare sui dettagli, ogni minimo particolare deve essere in grado di rappresentare al meglio i nostri sogni."

Per Michel Ancel, inoltre, il secondo capitolo della saga di Jade e Pey'j non avrà un gameplay simile a quello di Mirror's Edge (come mostrato nel video trapelato in rete nell'ormai lontano 2009) ma, piuttosto, avrà delle analogie con quello di Assassin's Creed. Speriamo quindi che queste dichiarazioni portino gli Ubisoft Montpellier e il suo guru a fissare, finalmente, la data d'uscita di Beyond Good & Evil 2 su PC e, presumibilmente, sulle prossime console casalinghe di Sony e Microsoft.


Beyond Good & Evil 2: galleria immagini

Beyond Good
Beyond Good

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: