Rocket League: in futuro ci saranno più arene "atipiche"

Con le nuove arene di Rocket League, gli Psyonix "lo fanno strano"...

rocket-league-16.jpg

Nel corso di una recente intervista rilasciata ai colleghi di PC Gamer, il presidente di Psyonix, Dave Hagewood, ha indicato la strada che il suo team di sviluppo seguirà nei prossimi mesi per aggiungere un pizzico di originalità all'offerta di gioco di Rocket League andando a stravolgere uno dei capisaldi delle meccaniche di gameplay di questo titolo a metà tra il calcio e le sfide destruction derby, vale a dire le arene e il loro layout:

"Le future arene di Rocket League saranno strane e originali. Nelle settimane di lancio abbiamo voluto proporre delle ambientazioni con il medesimo layout per dare agli utenti la possibilità di apprendere le basi del gameplay e di sperimentare l'ebbrezza delle gare multiplayer partecipando a modalità 'classiche'. In questo modo siamo riusciti ad attrarre un gran numero di giocatori, la maggior parte dei quali interessata a partecipare a sfide classificate e a match bilanciati. Superata questa prima fase, ci dedicheremo allo sviluppo di mappe dal layout decisamente più 'pazzo' e di modalità pensate per gli utenti super-competitivi."

Nell'intervista, inoltre, il boss di Psyonix si lascia andare ad una serie di considerazioni legate all'eventualità di pubblicare degli strumenti per i modder: in questo caso, però, le intenzioni di Hagewood si scontrano inevitabilmente con la natura cross-play di Rocket League e, quindi, con la necessità di standardizzare l'esperienza di gioco offerta dalle versioni PC e PlayStation 4. Ai posteri, e ai funamboli del calcio motorizzato, l'ardua sentenza.

via | PC Gamer

  • shares
  • +1
  • Mail