StarCraft, il campione sudcoreano Lee Young-ho si ritira a 23 anni

lee-young-ho.jpg

A che età di può decidere di smettere di essere un videogiocatore professionista? Lee Young Ho, campione sudcoreano di StarCraft: Brood War e StarCraft II: Wings of Liberty, giocati per anni a livello professionale con l’alias Flash, ha deciso che l’età giusta, per lui, era 23 anni.

Il giovane, classe 1992, ha annunciato pochi giorni fa il suo ritiro dal team KT Rolster e dall’universo videoludico professionale di StarCraft, lasciando spazio ai più giovani. Dismessi i panni del Terran che gli hanno fatto guadagnare oltre 400 mila euro negli ultimi otto anni, il giovanissimo non mettere da parte mouse e tastiera:

Da giocatore professionista ho ottenuto molto più di quanto meritassi. Sono stati otto lunghi anni e non dimenticherò mai l’amore che i fan mi hanno dato. Da adesso in poi mi piacerebbe viaggiare, riposarmi un po’ e pensare al futuro. Comunque posso dire che non abbandonerà la mia tastiera e il mio mouse.

All’intervista concessa al sito sportivo coreano PGR21 hanno fatto seguito le dichiarazioni rilasciate dal 23enne al sito Naver, al quale ha spiegato che prima di tornare ai videogiochi dovrà fare fare tappa nell’esercito, percorso obbligatorio in Corea del Sud per tutti i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Tra gli obiettivi ultimi del giovane, comunque, c’è quello di restare nel mondo dei videogiochi e di usare la preziosa esperienza di questi anni per diventare allenatore di giovanissimi che vogliono seguire i suoi passi.

  • shares
  • Mail