Red Dead Redemption su Xbox One, Larry Hryb chiede scusa per la confusione

Red Dead Redemption

Aggiornamento del 9 febbraio 2016 - A cura di Rosario.

Red Dead Redemption su Xbox One non è poi così vicino come credevamo. L'aggiunta del gioco nella lista di quelli che sfruttano la retrocompatibilità con Xbox 360 della console non avverrà immediatamente, anche se ci sono buone speranze di vederlo arrivare presto.

Questo è quello che si può leggere tra le righe del messaggio postato da Larry Hryb di Microsoft su Reddit, in risposta a chi chiedeva lumi sull'arrivo di Red Dead Redemption durante il weekend:

"Microsoft testa tutti i giochi Xbox 360 con un emulatore per assicurare un'esperienza di qualità per tanti titoli. A causa di un errore, alcuni giochi attualmente in test sono stati resi disponibili per sbaglio. Abbiamo rimosso l'accesso a questi giochi, e chiediamo scusa per la confusione causata. Avremo altre informazioni sulle release in arrivo presto."

Via | Dualshockers.com

Retrocompatibilità Xbox One, Red Dead Redemption in arrivo

Post originale del 7 febbraio 2016 - A cura di Rosario.

Red Dead Redemption è sempre più vicino alla vostra Xbox One. Il programma di retrocompatibilità della console potrebbe a breve arricchirsi con quello che è il titolo maggiormente richiesto sin dalla sua introduzione, almeno stando ad alcune voci circolate per la rete nelle ultime ore.

Le testimonianze lasciano ben poco spazio ai dubbi, visto che su YouTube sono stati pubblicati anche video come quello qui sopra da parte di chi è già riuscito a giocare al capolavoro targato Rockstar Games. Insieme all'avventura di John Marston, nella lista di giochi Xbox 360 compatibili con Xbox One dovrebbero arrivare a breve anche Halo Wars, Left 4 Dead, Castlevania: Symphony of the Night e Tekken Tag Tournament 2.

L'attenzione è però naturalmente rivolta tutta a Red Dead Redemption, per il quale sono state messe online anche una serie di guide d'accesso anticipato: vi sconsigliamo di seguirle, visto che ricorrere a questi trucchi sembrerebbe sufficiente a sollevare le ire di Microsoft nei confronti del vostro account. Con il leak di queste ore, l'annuncio ufficiale non dovrebbe essere lontano.

Via | Vg247.com

  • shares
  • Mail