Pokémon Go, siete stati bannati da Niantic? Ecco cosa fare

Se non riuscite ad accedere a Pokémon Go c’è una buona probabilità che siete stati bannati da Niantic per non aver rispetto i Termini del Servizio. Da qualche giorno, infatti, l’azienda ha annunciato il pugno duro verso tutto gli utenti sorpresi a barare in qualsiasi modo, dall’utilizzo dei bot alle applicazioni che permettono di camuffare la posizione GPS del dispositivo, passando per qualunque app di terze parti che favoriscono l’utente in modo non regolare.

Niantic è stata chiara:

Dopo aver esaminato diverse segnalazioni di imbrogli, abbiamo cominciato a intraprendere una serie di azioni verso i giocatori che barano in Pokémon GO. Continueremo a chiudere gli account che mostrano segni evidenti di aver imbrogliato. La nostra priorità in Pokémon GO è fornire un’esperienza di gioco giusta, divertente e integra per tutti igiocatori. Se i nostri sistemi rivelano che stai imbrogliando, riceverai un’email che ti notificherà del blocco del tuo account.

Se avete ricevuto la comunicazione di Niantic e non riuscite più ad accedere al vostro account di Pokémon Go, sono soltanto due le cose che potete fare: segnalare la cosa a Niantic e, se davvero non avete imbrogliato, sperare che si sia trattato di un errore oppure aprire un nuovo account di Pokèmon Go e iniziare da capo l’avventura.

Se ritenete di aver fatto tutto nella massima correttezza non vi resta che collegarvi a questo indirizzo e compilare il modulo da inviare a Niantic, motivando il più possibile la vostra richiesta e sperare davvero che ci sia stato un errore.

Niantic precisa che tutte le segnalazioni verranno prese in considerazione, ma che l’account in questione deve essere considerato bannato fino a quando non si riceverà una replica da parte dell’azienda, che nel caso dei furbetti potrebbe non arrivare mai.

pokemon-go-30-luglio-2016-02.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail