PlayStation 5 con giochi PS4 "potenziati" e retrocompatibili?

PlayStation 5 non è stata ancora annunciata ufficialmente ma il suo sviluppo procede spedito, come confermano le ultime informazioni raccolte dai colleghi di Gearnuke in merito ad una delle funzionalità a cui gli appassionati di videogiochi tengono maggiormente, ossia la retrocompatibilità.

Il nuovo brevetto scovato dai ragazzi di Gearnuke confermerebbe infatti la volontà di Sony di implementare in uno dei suoi prossimi sistemi da gioco non meglio specificati (qualcuno ha detto PS5?) un'avanzata tecnologia proprietaria che garantirà la retrocompatibilità piena e nativa con tutti i videogiochi, sia digitali che su supporto fisico, della ludoteca PS4. Ma c'è dell'altro.

La caratteristica più importante della tecnologia descritta nel brevetto Sony, infatti, è rappresentata dalla capacità di "potenziare" i titoli retrocompatibili attraverso l'immissione automatica, all'interno del gioco, di nuovi asset grafici in alta definizione. Il sistema escogitato da Sony, se implementato in ogni PS5 sin dal lancio della console, renderebbe immediatamente obsoleta la pratica commerciale delle cosiddette "versioni remaster" e questo perchè tutte le migliorie grafiche previste dalle edizioni rimasterizzate verrebbero applicate in automatico tramite, ad esempio, il download di una patch.

Nella speranza che le indiscrezioni legate a questo brevetto trovino conferma al lancio di PlayStation 5, ricordiamo a chi ci segue che le ultime voci di corridoio riguardanti la console next-gen di Sony indicherebbero il 2020 come l'anno di pubblicazione del sistema ad un prezzo che non dovrebbe superare i 399 dollari (o 399 €).

via | Gearnuke

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail