Bungie divorzia da Activision e mantiene i diritti su Destiny

Bungie, la casa di sviluppo che ha dato origine alla serie di Halo, si separa da Activision. Ad annunciarlo sono gli stessi vertici della software house statunitense attraverso le pagine del proprio blog ufficiale con un messaggio che conferma la volontà, da parte di Bungie, di mantenere la proprietà intellettuale di Destiny.

"Abbiamo vissuto un'esperienza fantastica per otto anni e desideriamo ringraziare Activision per il loro supporto. Guardando al futuro, siamo lieti di annunciare che Activision trasferirà a Bungie tutti i diritti di pubblicazione del franchise di Destiny. Con la nostra fedele community siamo perciò pronti a pubblicare contenuti in modo autonomo e indipendente, mentre Activision si concentrerà sulle sue proprietà intellettuali."

Ritornati indipendenti, gli studios americani possono così decidere il proprio destino e quello, scusate il gioco di parole, della serie di Destiny. Dal lancio dell'epopea sci-fi dei Guardiani nel 2014 ad oggi, infatti, in virtù dell'accordo sancito a suo tempo con Activision hanno dovuto realizzare contenuti su base annuale, finendo con l'inimicarsi una fetta degli appassionati a causa delle incongruenze della trama e della progressione di gameplay del sequel Destiny 2 e delle relative espansioni.

Nonostante la decisione di sganciarsi da Activision, i vertici di Bungie promettono di non modificare la roadmap tracciata alla fine dello scorso anno per indicare la pubblicazione dei DLC e degli update collegati al Pass Annuale e all'espansione Armeria Nera.

  • shares
  • +1
  • Mail