Civilization VI: Gathering Storm, tutte le novità dell'espansione in un video

Firaxis confeziona un trailer per aiutarci a scoprire tutte le novità di Gathering Storm, la nuova, ambiziosa espansione di Civilization VI che arriverà su PC il prossimo 14 febbraio, per la gioia di tutti gli appassionati della serie strategica di Sid Meier.

Questa espansione scatena le forze della natura per dare vita al mondo come mai prima d'ora. Il gioco ha sempre incluso Terreni allagati, ma ho sempre trovato deludente il fatto che fossero totalmente statici. Ma ora non più! Abbiamo esteso le aree che si possono allagare, includendo le praterie prive di colline e le pianure situate accanto ai fiumi, tanto che queste vallate ora possono offrire rese incredibilmente alte. Di conseguenza i giocatori vorranno ancora insediarsi laggiù... ma adesso questo comporta un rischio significativo. Periodicamente questi fiumi strariperanno, danneggiando le strutture costruite nelle caselle allagate. Ma non temete, c'è anche un aspetto positivo!

Per prima cosa è possibile mitigare gli effetti delle inondazioni con il nuovo distretto Diga. Una volta ricostruite le infrastrutture, i giocatori scopriranno che la piena avrà arricchito il suolo di alcune caselle, rendendo il terreno oltremodo fertile. Mi piace che questo rispecchi un fatto reale: nel corso della storia, infatti, alcune civiltà sono sorte e fiorite in luoghi pericolosi, per esempio vicino a un vulcano o lungo la valle di un grande fiume. Ora potrete affrontare i loro stessi dilemmi e valutare rischi e vantaggi di un insediamento durante la vostra prossima partita a Civilization.

Un altro effetto ambientale interessante è l'aggiunta dei vulcani. Con le loro eruzioni periodiche, anch'essi danno al giocatore la possibilità di fare delle scelte valutando l'equilibrio tra rischi e ricompense. Quando vedrete la lava che scende giù dai costoni, potrete star certi che le caselle adiacenti subiranno dei danni. Tuttavia, il suolo vulcanico offre rese tali da rappresentare un beneficio a lungo termine.

Inoltre i vulcani ci hanno permesso di aggiungere un ulteriore tocco di realismo alla generazione delle mappe. Civilization VI ha previsto la presenza di continenti sin dal principio, ma la geologia non ha sempre rispettato i confini continentali come sarebbe stato lecito aspettarsi. Abbiamo aggiornato le procedure in modo che le catene montuose siano più evidenti lungo tali confini, così come i vulcani e le Fenditure geotermiche. Inoltre abbiamo aggiornato i vulcani già presenti come Meraviglie naturali, rendendoli davvero potenti.

  • shares
  • +1
  • Mail