The Elder Scrolls V: Skyrim – primi dettagli del nuovo menù di gioco

Il mese di notizie in esclusiva sul prossimo capitolo della saga ruolistica di The Elder Scrolls sta per volgere al termine, così i colleghi di Game Informer spingono il piede sull’acceleratore (o meglio, data la natura del titolo sarebbe meglio dire “sguainano la spada”) e ci permettono di capire quali e quante novità troveremo nell’inedito


Il mese di notizie in esclusiva sul prossimo capitolo della saga ruolistica di The Elder Scrolls sta per volgere al termine, così i colleghi di Game Informer spingono il piede sull’acceleratore (o meglio, data la natura del titolo sarebbe meglio dire “sguainano la spada”) e ci permettono di capire quali e quante novità troveremo nell’inedito menù di gioco di Skyrim:

  • L’interfaccia di gioco è stata completamente ridisegnata, non ha più alcun punto di contatto con i menù di Morrowind, di Oblivion e nemmeno con quelli di Fallout 3 e New Vegas
  • Per riprogettare da zero i menù, i ragazzi di Bethesda hanno cercato di trarre ispirazione dal lavoro svolto da Apple con Mac OSX, con iTunes e con l’interfaccia di iPhone
  • Sia su console che su PC, tutti i menù potranno essere raggiunti tramite una comoda interfaccia radiale che, in relazione all’angolo in cui viene “colpita” dallo stick analogico del joypad o dal mouse, apre il relativo sottomenù di gioco

Seguiteci dopo la pausa per la descrizione accurata di tutti i sottomenù della nuova interfaccia di gioco di The Elder Scrolls V: Skyrim.

The Elder Scrolls V: Skyrim – galleria immagini

The Elder Scrolls V: Skyrim - galleria immagini
The Elder Scrolls V: Skyrim - galleria immagini
The Elder Scrolls V: Skyrim - galleria immagini
The Elder Scrolls V: Skyrim - galleria immagini

    MENU’ RADIALE DESTRO: EQUIPAGGIAMENTO E OGGETTI

  • Diviso a sua volta nelle sottosezioni dedicate alle armi, alle armature (o comunque al vestiario) e a tutti gli altri oggetti, il menù radiale destro offre una visuale in tre dimensinioni di ogni singolo oggetto raccolto, comprato, rubato o creato nel prosieguo dell’avventura. In questo modo sarà così possibile analizzare minuziosamente tutti gli oggetti per studiarne le singole caratteristiche o, come nel caso delle piante e dei minerali, per scomporne e prelevarne il materiale organico o inorganico necessario per la creazione di pozioni, rune, unguenti curativi e veleni
  • MENU’ RADIALE SINISTRO: POZIONI E MAGIE

  • Alle magie principali, agli incantesimi secondari e alle pozioni è dedicato il menù raggiungibile nella parte sinistra dell’interfaccia a raggiera. Come nel caso del “sacco” con gli oggetti comuni e le armi, anche qui potremo analizzare ogni singolo elemento magico in tre dimensioni per cercare di scoprirne le proprietà “nascoste” o anche solo per apprendere, dalla descrizione che ne deriva, nuovi modi per utilizzare i propri poteri magici sia in fase d’attacco che di difesa
  • MENU’ RADIALE BASSO: MAPPA DI GIOCO

  • Premendo la parte bassa del menù radiale è possibile accedere all’immancabile mappa di gioco. In maniera non troppo dissimile da quanto visto in Oblivion e nei giochi di ruolo analoghi, dal menù della mappa potremo localizzare le quest principali e secondarie, le aree esplorate, i dungeon, le città e diversi altri luoghi “sensibili”. Ciò che andrà a migliorare di molto l’esperienza di gioco all’interno di questo specifico menù sarà la presenza di diverse aree visualizzate in tre dimensioni sul classico sfondo bidimensionale della mappa , con la possibilità di zoomare fino al più piccolo particolare.
  • MENU’ RADIALE ALTO: DETTAGLI EROE

  • In quest’ultimo menù finirà tutto ciò che ha a che fare con il nostro eroe, dal segno zodiacale al livello raggiunto nelle abilità principali e nei perk secondari. A differenza dei precedenti episodi della saga, in Skyrim non ci saranno vere e proprie “classi” da seguire: l’unica etichetta dell’eroe sarà quella di “Dragonborn”, starà a lui scegliere nel corso dell’avventura le arti da apprendere. Ci sarà solo una limitazione, quella del segno zodiacale: i tre segni maggiori (Ladro, Mago e Guerriero) saranno accompagnate da tutta una serie di costellazioni che andranno a rappresentare le singole scuole di arti fisiche, magiche e “invisibili” (ladri, arcieri e simili). Piccola chicca finale: nel cielo notturno di Skyrim, le stelle delle costellazioni a noi più care (ossia quelle legate alle abilità che col tempo decideremo di migliorare) saranno via via sempre più brillanti!

La commercializzazione di The Elder Scrolls V: Skyrim è prevista per l’11 novembre su PC, Xbox 360 e PlayStation 3

Ti potrebbe interessare
Nintendo brevetta un nuovo controller Wii
Brevi Hardware Segnalazioni

Nintendo brevetta un nuovo controller Wii

Secondo quanto riportato su Spong e confermato dal sito dell’ufficio brevetti USA, Nintendo ha depositato lo scorso 26 giugno un brevetto per un nuovo controller Wii. Una prima occhiata all’immagine lascia pensare a un tipo di pad più simile a quelli classici, anche se la parte centrale lascia spazio all’immaginazione, come quella di chi ne