Batman: Arkham City era già presente in Arkham Asylum

Siamo stati per mesi a interrogarci sul nome ma soprattutto sul possibile arrivo di un seguito di Batman: Arkham Asylum, quando era possibile accorgersene con relativa certezza già dal primo capitolo della serie sviluppata da Rocksteady Studios uscito quasi un anno fa.A nostra discolpa possiamo dire che farlo non era semplice, in quanto anche completando


Siamo stati per mesi a interrogarci sul nome ma soprattutto sul possibile arrivo di un seguito di Batman: Arkham Asylum, quando era possibile accorgersene con relativa certezza già dal primo capitolo della serie sviluppata da Rocksteady Studios uscito quasi un anno fa.

A nostra discolpa possiamo dire che farlo non era semplice, in quanto anche completando il gioco al 100% la camera segreta di Warden Sharp non era visibile né a occhio, né nelle mappe, né con la visuale da detective: unico modo per raggiungerla far saltare in aria un bel po’ di schiuma esplosiva al punto giusto. Ecco come descrive il tutto il narrative designer Paul Crocker:

“Sviluppando Arkham Asylum abbiamo piazzato una serie di “ganci” legati allo “Arkham-universo”. Dall’inizio sapevamo che Quincy era un cattivone, pianificando la sua prossima mossa. La stanza è legata ad Arkham City, ma essendo onesti, l’abbiamo nascosta piuttosto bene.

Sapevamo che sarebbe stata scoperta e dopo aver seguito i forum per 6 mesi circa abbiamo deciso di annunciarne l’esistenza nel podcast “Game of the Year”. I fan del gioco sono stati straordinari e, sempre leggendo i forum, possiamo capire quanto valutino gli sforzi profusi nel creare storie di sfondo per i vari personaggi, ed è stato grande vedere tutti quei post e le teorie sulla stanza una volta scoperta.

Volete sapere come fare a entrare nella stanza segreta? Seguite il video dopo la pausa (o anche direttamente dal sito, visto che sembra non funzionare l’embed) pubblicato da GameInformer.

Ti potrebbe interessare
Tim Schafer: “vorrei sviluppare seguiti di Brutal Legend e Psychonauts”
Action

Tim Schafer: “vorrei sviluppare seguiti di Brutal Legend e Psychonauts”

Dalle paginedi Shacknews il carismaitico Tim Schafer ha confessato che vorrebbe sviluppare i seguiti dei suoi due giochi più recenti: Psychonauts e Brutal Legend.«Sarebbe grandioso, adorerei farlo. C’è molta storia. Quando faccio un gioco, solitamente scrivo un sacco di trama, e faccio ricerche e cose varie. C’era una grossa storia epica della quale siamo stati

Manhunt 2
Action

Manhunt 2

Rockstar Toronto e Take 2 hanno annunciato il seguito, con uscita prevista per questa estate, di Manhunt. Sarà sviluppato per PS2, PSP e Wii e riporterà lo stesso mix di gameplay stealth e action, con la solita dose massiccia di violenza, sui nostri televisori. Manhunt 2 sarà quindi uno di quei titoli che renderà la