Un medico avverte gli atleti: non videogiocate prima di una gara

Il Dottor Marco Cardinale, Head of Sports Science and Research della British Olympic Association, dalle pagine del suo blog si è lanciato in una filippica contro l’uso (e l’abuso) che gli atleti fanno dei videogiochi prima di una gara sportiva. Citando una serie di studi al riguardo, infatti, il Dr. Cardinale ha prodotto un vademecum


Il Dottor Marco Cardinale, Head of Sports Science and Research della British Olympic Association, dalle pagine del suo blog si è lanciato in una filippica contro l’uso (e l’abuso) che gli atleti fanno dei videogiochi prima di una gara sportiva. Citando una serie di studi al riguardo, infatti, il Dr. Cardinale ha prodotto un vademecum per gli atleti contenente tutta una serie di suggerimenti mirati ad annullare gli effetti nocivi dell’attività videoludica:

  • Se viaggiate in treno per gareggiare il giorno dopo in un’area dal diverso fuso orario, spegnete il lettore DVD, il PC portatile, l’iPod e la console portatile e mettetevi a dormire!
  • Il periodo di recupero subito dopo una gara è sacro e non dovete utilizzarlo giocando ad un picchiaduro che vi fa schizzare alle stelle i battiti cardiaci, il livello di cortisolo e la pressione sanguigna, specie se poi perdete!
  • C’è un tempo per ogni cosa, per l’attività sportiva così come per i videogiochi ed il computer: se potete, evitate tutto ciò che potrebbe incidere negativamente sul vostro rendimento sportivo

Non possiamo che essere d’accordo: d’ora in avanti, se siete in ritiro con la vostra squadra ed il mister vi trova a letto con la vostra ragazza la notte prima di un’importante partita, potete sempre dirgli che il Dottor Cardinale non vi permette di accendere la console e che la vostra amata voleva semplicemente capire come funzionasse la modalità Training Plus dell’ultimo Wii Fit.

via | Sports & Fitness Science

Ti potrebbe interessare
Nintendo sta pensando di mettere “il turbo” all’accelerometro del Wiimote?
Brevi Hardware

Nintendo sta pensando di mettere “il turbo” all’accelerometro del Wiimote?

Miniaturizzare e rendere più sensibile il componente hardware deputato a captare l’oscillazione, la velocità e il tipo di movimento impresso al Wiimote per interfacciarsi col Nintendo Wii: è questa, in sintesi, l’operazione che sta portando avanti Nintendo assieme alla Kionix per migliorare l’accelerometro dei futuri Wii Remote, stando alla rivista Nikkei Tech-On.Sebbene una politica di