La Cina vince la dipendenza dai videogiochi online


La stampa pubblica cinese sostiene che il programma del governo contro la dipendenza dai videogiochi sta avendo successo, come riscontrato dai dati forniti dalla China Youth Social Service Center (CYSSC).

Stando alla CYSSC, la quantità di videogiocatori online in Cina è scesa del 15%, di cui il 7% sono giocatori sotto i diciotto anni. Meno bambini giocatori, dovrebbe tradursi secondo loro in una minore probabilità di dipendenza.

Il programma richiede inoltre agli sviluppatori di giochi online di scoraggiarne l'utilizzo per più di tre ore. Stando a questi dati insomma, noi grandi appassionati siamo tutti dei veri drogati. Non ci resta che affogare questa triste verità con un'altra bella partita a Call of Duty.

via | Gamesindustry

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: