Capcom: il prossimo Resident Evil potrebbe richiedere otto anni di sviluppo


"Non abbiamo ancora deciso se produrremo o meno Resident Evil 6. Ma qualora lo facessimo, potremmo impiegare otto anni nel svilupparlo, anche se speriamo siano solo quattro."

A tracciare in tal modo la linea temporale dell'eventuale prosieguo della storica serie Capcom, altri non è che il produttore dell'attuale quinto capitolo, al secolo Masachika Kawata, il quale ha colto l'occasione concessa dalla rubrica tecno-videoludica di Five FWD (intitolata The Gadget Show) per fare il punto sulla situazione dell'attuale capitolo per Xbox 360 e PlayStation 3 nonchè per rivelare alcune idee che la compagnia per cui lavora ha intenzione di sviluppare nel prossimo futuro.

Dopo aver mostrato delle perplessità sull'uscita di Lost Planet 2 in esclusiva temporale Xbox 360, e dopo aver dato modo alla comunità videoludica di conoscere in netto anticipo, rispetto alle abitudini della concorrenza, la data d'uscita di progetti a lungo termine come Dead Rising 2 o come lo stesso Lost Planet 2, la storica casa di sviluppo nipponica ha così mostrato caparbiamente le carte in tavola anche sul futuro di Resident Evil, nonostante il quinto episodio sia ancora fresco di commercializzazione.

Sperando perciò di non dover acquistare, per i nostri nipotini, un elaboratore quantistico che proietta direttamente nel cervello le immagini di Resident Evil 6 dal relativo casco per la realtà virtuale, tanto vale consolarci col capitolo disponibile oggigiorno per PlayStation 3 e Xbox 360 nell'attesa di leggere la recensione che pubblicheremo a breve su queste stesse pagine.

via | Five FWD

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: