Oculus Rift: uno dei fondatori ucciso da una gang criminale

Andrew Scott Reisse, figura chiave del progetto Oculus Rift, ci ha lasciato a soli 33 anni

Apprendiamo tristemente dalle pagine dell'emittente statunitense KABC che Andrew Scott Reisse, co-fondatore di Oculus e figura chiave nel progetto Oculus Rift, è stato vittima di un incidente stradale a seguito del quale ha perso la vita a soli 33 anni.

Lo scorso giovedì 30 maggio Reisse si trovava a Santa Ana, in California. Attraversando la strada sulle strisce pedonali l'uomo è stato travolto da una Dodge Charger che trasportava alcuni membri di una gang criminale in fuga dalla polizia.

Le forze dell'ordine di Santa Ana hanno reso noto che al volante si trovava il ventunenne Victor Sanchez, il quale dopo aver investito Andrew Scott Reisse ha urtato altre due vetture e passato col rosso in più semafori.

In un comunicato ufficiale, il CEO di Oculus Brendan Iribe e il capo architetto software Michael Antonov hanno ricordato Reese come "un brillante ingegnere informatico, un avido fotografo e un escursionista che amava la natura, e anche un vero e fedele amico, e uno dei mombri fondatori della nostra famiglia Oculus".

Noi di Gamesblog.it facciamo le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di Andrew Scott Reisse, nonché a tutti i ragazzi del progetto Oculus.

  • shares
  • Mail