Crisi economica: uno sguardo al settore videoludico

In questo breve spazio cercheremo di trattare in maniera quanto più sintetica possibile l’attuale scenario di questo settore che tanto ci appassiona. Nel farlo, sappiamo già di trascurare talune componenti essenziali, né tanto meno ci interessa riportare un quadro dettagliato della situazione – vuoi per motivi di tempo, vuoi per mancanza di specifiche competenze.Il punto


In questo breve spazio cercheremo di trattare in maniera quanto più sintetica possibile l’attuale scenario di questo settore che tanto ci appassiona. Nel farlo, sappiamo già di trascurare talune componenti essenziali, né tanto meno ci interessa riportare un quadro dettagliato della situazione – vuoi per motivi di tempo, vuoi per mancanza di specifiche competenze.

Il punto è che in un periodo come questo, in cui imperversa una delle peggiori crisi economiche dell’ultimo secolo, nel nostro piccolo ci sembra doveroso dare spazio alla cronaca dell’odierno scenario che si sta venendo a configurare. Questo anche perché, almeno fino ad ora, il settore dell’intrattenimento tutto sembra aver ammortizzato meglio di altri tale “calamità”.

Vi chiediamo quindi di approcciarvi a tale lettura col giusto spirito, di essere pazienti e prendere atto di quelle che, in fin dei conti, altro non sono che notizie, che alcuni potrebbero però registrare (a ragione, ad avviso di chi scrive) come un chiaro sintomo di un “male” che comincia a diffondersi a macchia d’olio. Il tutto, ovviamente, senza allarmismi o intenti disfattisti, ci mancherebbe!

La nostra fonte primaria è il sempre aggiornato Gamesindustry, che in merito a tali questioni mostra sempre una rilevante attenzione. Capita infatti di dare un veloce sguardo alle ultime notizie e rendersi conto che quasi la metà riportino rispettivamente: la chiusura dell’ennesimo studio, profitti scesi vertiginosamente e vendite in discesa in particolar modo per l’hardware.

In America, per esempio, nonostante PS2 e Nintendo DS abbiano incrementato il loro volume di vendite – il primo in virtù del recente taglio di prezzo, mentre il secondo grazie al rilascio della nuova versione, ossia il DSi – tutte le altre piattaforme (tutte!) hanno registrato un calo nell’ordine degli 8 punti percentuali rispetto ad Aprile 2008. A quanto pare, in merito alla questione sembra superfluo citare la proposta software o, peggio ancora, la vecchia storia inerente ad una non ben precisata “saturazione del mercato”.

Continuiamo la nostra infausta carrellata segnalando anche la chiusura dello studio statunitense dei Factor 5, i quali si sono subito premurati di dichiarare che tale forzata chiusura non andrà a compromettere i loro progetti futuri – comprensibilissime e assolutamente giustificate affermazioni di circostanza.

Per concludere, in Konami, pur avendo le vendite registrato un incremento del 4,2 % rispetto all’anno finanziario precedente, i profitti sono incredibilmente scesi del 41 % (!). In questo caso, però, la notizia tende ad assumere connotazioni differenti: ciò perché la compagnia si difende asserendo che un’ingente somma (quasi 117 milioni di dollari) sono stati investiti in “miglioramenti alla struttura degli affari”. D’altra parte, durante l’anno finanziario chiusosi il 31 Marzo, sono stati rilasciati titoli quali Metal Gear Solid 4 e Pro Evolution Soccer 2009, non proprio i primi arrivati.

Ma poiché vogliamo lasciarvi col sorriso sulle labbra (o almeno tentarci), vi proponiamo un’altra notizia, dal carattere decisamente più ottimistico. SEGA ha infatti registrato la metà delle perdite rispetto all’anno finanziario precedente – che tradotti, sono 239 milioni di dollari contro i 550 dell’anno prima. E sapete qual’è la cosa più interessante? Che l’area in cui si sono registrati maggiori profitti è proprio il Vecchio Continente. Sì, quell’Europa in cui molti dei loro titoli (Yakuza 2 e Valkyria Chronicles, giusto per citarne due) giungono non localizzati, se non in americano. Ma d’altro canto, è pur vero che i titoli di maggior spinta sono stati Sonic & Mario, Football Manager 2009, Empire: Total War e Sonic e il Cavaliere Nero.

A voi i commenti, cari lettori.

via | Gamesindustry

Ti potrebbe interessare
Assassin’s Creed 2: il teaser ora scaricabile
Action Pc Ps3

Assassin’s Creed 2: il teaser ora scaricabile

Il primo teaser di Assassin’s Creed 2, diffuso ieri in formato flash sul sito ufficiale, è ora disponibile come normale filmato. Potete scaricare la versione HD a questo indirizzo o riguardarlo dopo la pausa in questo stesso articolo.Vi ricordiamo che il filmato mostra disegni di Leonardo Da Vinci modificati ad hoc per il mondo di

Onslaught: annuncio e prime immagini
Brevi First Person Shooter Screenshot

Onslaught: annuncio e prime immagini

Dopo le notizie riguardanti il nuovo capitolo della serie di Metroid ed i video di The Conduit tratti direttamente dal newyorkese Comic Con 09, gli appassionati Nintendo Wii di sparatutto in soggettiva saranno ben felici di sapere che Hudson Entertainment sta sviluppando per loro Onslaught, un FPS futuristico che sarà commercializzato attraverso Wiiware.Primo sparatutto nel

Dietrofront Sony: non tutti i giochi avranno i Trofei
Brevi Ps3

Dietrofront Sony: non tutti i giochi avranno i Trofei

Sony ha prontamente smentito le parole di Eric Lampel, direttore del PlayStation Network: non tutti i giochi saranno patchati per supportare i nuovi Trofei.Il colosso giapponese ha specificato che l’inserimento dei Trofei nei titoli già disponibili a catalogo è a completa discrezione degli sviluppatori, e che quindi niente può essere garantito al 100%.Gli stessi Insomniac,