Costruisciti da solo il tuo joystick arcade

Con l’arrivo di Street Fighter IV e altri picchiaduro a incontri è tornato di moda l’arcade stick, ovverosia il joystick che ricalca la robustezza, l’ergonomia e le funzionalità delle manopole che si possono trovare nei cabinati delle sale giochi.Non tutti però hanno intenzione di sborsare gli euro necessari per l’acquisto, anche perché in alcuni casi



Con l’arrivo di Street Fighter IV e altri picchiaduro a incontri è tornato di moda l’arcade stick, ovverosia il joystick che ricalca la robustezza, l’ergonomia e le funzionalità delle manopole che si possono trovare nei cabinati delle sale giochi.

Non tutti però hanno intenzione di sborsare gli euro necessari per l’acquisto, anche perché in alcuni casi si parla di somme piuttosto ingenti. Perché allora non costruirsi un arcade stick fatto in casa? Questa è l’idea che ha avuto Krizalid, un utente del forum di Hardware Upgarade.

Seguendo questo link potrete conoscere tutto il procedimento per la costruzione di uno stick, compatibile, in base ai componenti scelti, con qualsiasi piattaforma di gioco esistente. Presenti anche varie foto illustrative e testimonianze di utenti.

Costruisciti da solo il tuo joystick arcade

Ti potrebbe interessare
Need for Speed: Shift – nuove immagini e filmato
Guida Pc Ps3

Need for Speed: Shift – nuove immagini e filmato

Electronic Arts ha diffuso nuove immagini di Need for Speed: Shift unitamente a un nuovo filmato che mostra sequenze giocate, tutte riprese con visuale interna dall’abitacolo (o almeno nuovo secondo Joystiq, visto che a noi sembra parecchio il vecchio trailer uscito a marzo). Need for Speed: Shift, che nei piani di EA punta ad essere

Valve smentisce la proposta di acquisizione di Google
Brevi Varie

Valve smentisce la proposta di acquisizione di Google

Doug Lombardi ha prontamente smentito le inquietanti voci circolate ieri, secondo le quali il colosso Google sarebbe stato intenzionato ad acquisire Valve.Lombardi, vice presidente di Valve, ha etichettato la storia come “100% voce di corridoio infondata”. La notizia aveva certamente incuriosito molti: la discesa in campo videoludico di un vero e proprio pezzo da novanta