Inafune: Xbox 360 era l’unico modo per arrivare al mercato occidentale

Uno dei maggiori boss di Capcom, Keiji Inafune, ha parlato sul sito ufficiale di Capcom riguardo al mercato occidentale e al loro apporto a quest’ultimo, affermando che è stato soprattutto grazie a Xbox 360. E’ vero che abbiamo cambiato stile per il mercato occidentale e credo che Xbox 360 sia stata l’unica soluzione per arrivare


Uno dei maggiori boss di Capcom, Keiji Inafune, ha parlato sul sito ufficiale di Capcom riguardo al mercato occidentale e al loro apporto a quest’ultimo, affermando che è stato soprattutto grazie a Xbox 360.

E’ vero che abbiamo cambiato stile per il mercato occidentale e credo che Xbox 360 sia stata l’unica soluzione per arrivare all’estero con i nostri titoli. Tra i più famosi citerei Dead Rising e Lost Planet.
Fino ad ora abbiamo fatto giochi in Giappone e per pure caso alcuni di questi arrivavano anche nel resto del mondo. Ora invece Nord America ed Europa sono diventati territori molto forti ed è chiaro che sia questa la direzione dell’industria di videogiochi.

Prima di questa opinione, anche Atsushi Inaba aveva citato l’importanza del mercato occidentale, ma è la prima volta che lo si sente dire da un membro così influente del settore videoludico.

via | Capcom

Ti potrebbe interessare
Mini Ninjas: annuncio e prime immagini
Action Adventure Brevi

Mini Ninjas: annuncio e prime immagini

Calmatesi le acque attorno a Eidos e alle dichiarazioni su Tomb Raider: Underworld, la compagnia con sede nella britannica Wimbledon ha deciso di annunciare Mini Ninjas, nuovo action “leggero” la cui produzione è stata affidata agli studi I/O Interactive, artefici dei ben più maturi Kane & Lynch e Hitman. Le prime indiscrezioni sulla trama ci

RAGE: Carmack parla ancora dello sviluppo su console
First Person Shooter Ps3 Xbox 360

RAGE: Carmack parla ancora dello sviluppo su console

Dal Quake-Con 08, John Carmack approfondisce il discorso sullo sviluppo di RAGE per le piattaforme Xbox 360 e PlayStation 3, rivelando nuovi dettagli. Sulla difficoltà di programmazione di PlayStation 3: «PlayStation 3 è certamente più difficile da programmare rispetto a 360, ma c’è anche da dire che inizialmente avevamo strumenti di sviluppo veramente scarsi. Con