Microsoft: "i genitori devono capire che le console non sono giocattoli"



Neil Thompson, direttore regionale del progetto Xbox in Europa, sostiene dalle pagine di MCV che sia giunta l'ora di non vedere più le console come semplici "giocattoli", soprattutto da parte dei genitori che devono saper distinguere contenuti adulti da contenuti per la famiglia.

«Come produttori di una piattaforma ci assumiamo la responsabilità di mettere i genitori in grado di prendere le giuste decisioni per i propri figli. Ecco perché implementiamo nella piattaforma tecnologie che permettono ai genitori di attivare o disattivare particolari contenuti o controllare per quanto tempo possano essere utilizzati»

E continua poi:

«La chiave è rendere il controllo di queste impostazioni molto facile e assicurarci di pubblicare i limiti di età e informare genitori e negozianti della loro importanza. Ogni membro dell'industria videoludica deve farsi avanti e giocare un ruolo attivo per mantenere importante questo processo educativo»

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: