Two Worlds: nuova data per la versione Xbox 360 [aggiornato]

Two Worlds, l’RPG simil-Oblivion realizzato dalla software house tedesca Reality Pump e già recensito in versione PC dal nostro darkripper, ha superato il lunghissimo travaglio ed è finalmente pronto a vedere la luce anche su Xbox 360. Il fatidico giorno è il 7 settembre 30 agosto, ma siamo certi che, vista la quantità abominevole di

Two Worlds, l’RPG simil-Oblivion realizzato dalla software house tedesca Reality Pump e già recensito in versione PC dal nostro darkripper, ha superato il lunghissimo travaglio ed è finalmente pronto a vedere la luce anche su Xbox 360. Il fatidico giorno è il 7 settembre 30 agosto, ma siamo certi che, vista la quantità abominevole di titoloni in uscita imminente, se fosse arrivato uno o due mesi prima avrebbe avuto sicuramente più fortuna.

Ti potrebbe interessare
PlayStation 3: il nuovo firmware con supporto 3D arriva il 10 giugno
Ps3

PlayStation 3: il nuovo firmware con supporto 3D arriva il 10 giugno

Sony ha annunciato ufficialmente che il prossimo firmware 3.20 che verrà pubblicato per PlayStation 3 il 10 giugno aggiungerà il tanto chiacchierato supporto al 3D.I primi tre giochi che saranno abilitati alla tecnologia 3D sono Wipeout HD, Star Strike HD e Mr. Pain. Chi già possedesse Wipeout e Star Strike potrà aggiornarli gratuitamente, mentre per

Visceral Games parla dei DLC di Dante’s Inferno
Action Contenuti Aggiuntivi Ps3

Visceral Games parla dei DLC di Dante’s Inferno

In una recente intervista con il New York Times, il produttore esecutivo di Dante’s Inferno Jonathan Knight ha risposto in modo curioso alla domanda relativa ai possibili adattamenti del Purgatorio e del Paradiso.Secondo quanto riportato dal Times, infatti, Knight avrebbe affermato che “il team è concentrato sull’uscita di Dante’s Inferno e sulla realizzazione di un

Sony scettica su OnLive
Mac Os Pc

Sony scettica su OnLive

Sony dice la sua su OnLive, il servizio di gaming on demand che promette di rivoluzionare il mercato videoludico permettendo di giocare ogni genere di titolo su PC poco potenti, sfruttando la potenza a lato server.Patrick Seybold di SCEA si ritiene scettico e preoccupato dei costi finali che il consumatore dovrà sostenere: si parla infatti