Activision fu inizialmente contraria a Modern Warfare


Ad integrazione di quanto riportato qualche giorno fa in merito ad un nefasto God of War III in salsa sparatutto in prima persona, vi proponiamo oggi un altro interessante suggerimento fatto da chi, grazie al cielo, suggerimenti non dovrebbe solitamente darne.

Si tratta dell'iniziale ostracismo da parte di Activision, atto a far sì che Call of Duty: Modern Warfare si fosse nuovamente focalizzato sulla Seconda Guerra Mondiale. A rivelarlo è Vince Zampella, boss di Infinity Ward, il quale descrive uno scenario di forti (e tutto sommato, motivate) pressioni da parte del publisher affinché il titolo non fosse ambientato ai giorni nostri.

Stando a quanto affermava Activision, alcune loro ricerche inducevano a credere che un simile stravolgimento fosse un rischio, tenendo chiaramente in considerazione l'aspetto commerciale. La verità è che il primo Modern Warfare ha finora piazzato più di 14 milioni di copie.

Insomma, l'eresia non è certamente ai livelli di un God of War III in prima persona, ma è bello sapere che c'è chi i giochi li sviluppa e c'è chi invece li promuove, senza alcuna interferenza di competenze (o almeno si spera...). A ciascuno il suo. Meglio gustarsi l'ultimo trailer di Modern Warfare 2. Lo troverete dopo la pausa naturalmente.

via | CVG

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: