Controcampo 2006 – Il Videogioco

Oggi in edicola mi è caduto l’occhio su un gioco per PC: il nuovo rivoluzionario manageriale calcistico: Controcampo 2006 – Il videogioco. Ne avevamo già parlato tempo addietro, dai primi di questo mese è finalmente approdato nelle migliori edicole italiane… Mah… Come in ogni altro manageriale, si avrà la possibilità di allenare la propria squadra,


Oggi in edicola mi è caduto l’occhio su un gioco per PC: il nuovo rivoluzionario manageriale calcistico: Controcampo 2006 – Il videogioco. Ne avevamo già parlato tempo addietro, dai primi di questo mese è finalmente approdato nelle migliori edicole italiane…
Mah…
Come in ogni altro manageriale, si avrà la possibilità di allenare la propria squadra, guidare la società come un vero manager e assistere alla simulazione della partita, con la possibilità di prendere le decisioni sul campo come fa un vero allenatore.
Ma la particolarità vera e propria è la possibilità, al termine di ogni incontro, di partecipare alla famosa trasmissione televisiva, vedere il servizio post partita di Sandro Piccinini, rispondere alle sue incalzanti domande durante la press conference e analizzare le azioni più controverse alla moviola con Graziano Cesari. Contiene il database dei giocatori di Serie A, B, C1 e C2 aggiornato al mercato invernale.
Se qualcuno lo ha provato, lo preghiamo di segnalarci le sue impressioni.


Alcuni screenshot, qui di seguito:

Controcampo 2006

Controcampo 2006

Controcampo 2006

Controcampo 2006

Controcampo 2006

Ti potrebbe interessare
Ministro inglese promuove i videogiochi: favoriscono l’apprendimento
Brevi Mercato Varie

Ministro inglese promuove i videogiochi: favoriscono l’apprendimento

Andando completamente controcorrente rispetto a quanto dichiarato dai suoi colleghi politici (non solo del suo stesso Paese), il Ministro britannico dello Sviluppo digitale e dell’Amministrazione Pubblica, l’onorevole Tom Watson, ha espresso commenti entusiastici sull’intero settore videoludico e sulla capacità che ha questo medium di veicolare profondi insegnamenti ai più giovani:“Penso semplicemente che giocare ai videogiochi