Xbox 360: prezzi (ufficiali?) italiani per console e accessori

Su segnalazione di un anonimo negoziante riporto i prezzi – che credo definitivi – di Xbox 360 e dei suoi accessori, oltre a una breve lista di titoli “first party” che dovrebbero accompagnare la console al lancio europeo, e quindi italiano. ConsoleXbox 360 Pro 399,99 €Xbox 360 Core System 299,99 €AccessoriXbox 360 Media Remote 29,99

Su segnalazione di un anonimo negoziante riporto i prezzi – che credo definitivi – di Xbox 360 e dei suoi accessori, oltre a una breve lista di titoli “first party” che dovrebbero accompagnare la console al lancio europeo, e quindi italiano.

Console

  • Xbox 360 Pro 399,99 €
  • Xbox 360 Core System 299,99 €
  • Accessori

  • Xbox 360 Media Remote 29,99 €
  • Xbox 360 Battery Pack 14,99 €
  • Xbox 360 Memory Unit (64 MB) 34,99 €
  • Xbox 360 Faceplates – 1 19,99 €
  • Xbox 360 Faceplates – 2 19,99 €
  • Xbox 360 Faceplates – 3 19,99 €
  • Xbox 360 Faceplates – 4 19,99 €
  • Xbox 360 VGA AV Cable 29,99 €
  • Xbox 360 High Definition AV Scart Cable 29,99 €
  • Xbox 360 Advanced AV Scart Cable 24,99 €
  • Xbox 360 Wired Headset 19,99 €
  • Xbox 360 Hard Disk (20 GB) 99,99 €
  • Xbox 360 Play Cable Bundle 19,99 €
  • Xbox 360 Wireless Bridge 19,99 €
  • Xbox 360 Controller Wired 34,99 €
  • Xbox 360 Controller Wireless 44,99 €
  • Xbox 360 Live Gold Member Card (3 mesi) 19,99 €
  • Xbox 360 Live Gold Member Card (12 mesi) 59,99 €
  • Xbox 360 Live 2000 pts Card 24,99 €
  • Giochi al lancio

  • Perfect Dark Zero
  • Perfect Dark Zero Black
  • Kameo: Elements Of Power
  • Project Gotham Racing 3
  • Dead or Alive 4
  • Confermata quindi l’edizione limitata di Perfect Dark Zero, oltre all’atteso PGR3 (ce la farà davvero al lancio?). I cinque titoli sopra elencati dovrebbero accompagnare Xbox 360 in altrettante confezioni “bundle”. Ovviamente al lancio dobbiamo aspettarci anche i titoli già ampiamente annunciati dagli sviluppatori esterni a Microsoft, come il nuovo Ridge Racer (Namco) e il nuovo capitolo di The Elder Scrolls (Bethesda Softworks).

    Interessante il prezzo di Xbox 360 Wireless Bridge che dovrebbe servire per collegare la console a un access point WiFi. Chissà se sarà possibile usarlo anche per altri dispositivi, come un PC desktop? =)

    Ti potrebbe interessare
    Dead Space 2: immagini a valanga dalla demo
    Action Pc Ps3

    Dead Space 2: immagini a valanga dalla demo

    I colleghi tedeschi di VideogamesZone hanno saggiamente approfittato dell’uscita della demo di Dead Space 2 su Xbox 360 per realizzare una nutrita galleria immagini che spiega esaurientemente le azioni che potremo compiere e i luoghi che saremo in grado di esplorare in questa versione dimostrativa nell’attesa che Visceral Games la renda disponibile, a partire da

    Heavy Rain: una demo giocabile nel 2010
    Adventure Demo Ps3

    Heavy Rain: una demo giocabile nel 2010

    Quantic Dream è al lavoro sulla preparazione di una demo giocabile di Heavy Rain, ma a detta di David Cage non sarebbe affatto un’operazione facile.Parlando con i ragazzi di G4, Cage ha affermato che il team starebbe incontrando grosse difficoltà a scegliere la parte di gioco da mettere a disposizione dei giocatori. “Se offrissimo una

    Dead Rising: Chop Till You Drop – nuove immagini e modalità Sfida
    Action Screenshot

    Dead Rising: Chop Till You Drop – nuove immagini e modalità Sfida

    Capcom ha presentato con tre nuove immagini le cosiddette “Challenge Quest”, mini giochi compresi in Dead Rising: Chop Till You Drop che si sbloccheranno una volta completato il gioco.Nelle Challenge Quest il protagonista Frank si ritroverà a dover affrontare missioni singole piuttosto estemporanee, come ad esempio correre una sorta di gimcana in bicicletta evitando gli

    Peter Moore è l’uomo che ha ucciso Dreamcast
    Varie

    Peter Moore è l’uomo che ha ucciso Dreamcast

    Forse in molti non si ricorderanno che Peter Moore, vecchio volpone dell’industria videoludica, è stato anche uno dei capoccia Sega proprio in uno dei periodi più difficili dell’azienda.Da un’intervista rilasciata al quotidiano The Guardian affiorano alcuni interessanti retroscena su quei giorni bui: Moore è stato colui che ha dovuto “staccare la spina” alla gloriosa Dreamcast,