DOOM a 200fps con Nvidia GeForce GTX 1080: guarda il video

La nuova GPU di fascia alta di Nvidia mostra i muscoli con l’ultimo sparatutto di id Software

Nel corso dell’evento di presentazione delle nuove schede grafiche GeForce GTX 1080 e 1070 organizzato da Nvidia ad Austin (Texas), i ragazzi di id Software si sono serviti delle nuove GPU di fascia alta del colosso americano e delle librerie grafiche OpenGL di ultima generazione, le Vulkan, per spingere DOOM (in Full-HD e alla massima qualità grafica) alla mostruosa frequenza di aggiornamento delle immagini a schermo di 200 frame al secondo.

Guarda la galleria: DOOM: galleria immagini (07-04-2016) DOOM: Bethesda pubblica il trailer di lancio e i requisiti di sistema

Le nuove schede grafiche di Nvidia basate su architettura Pascal saranno disponibili tra la fine di maggio e l’inizio di giugno al consueto prezzo da rapina in banca che contraddistingue le GPU top di gamma appena uscite dalla linea d’assemblaggio. L’uscita di DOOM, invece, è prevista per il prossimo 13 maggio su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Per tutte le informazioni sugli aggiornamenti gratuiti e sui contenuti aggiuntivi post-lancio previsti da id Software, vi rimandiamo alla lettura di questo articolo.

L’inferno di DOOM in nuovi screenshot

Articolo originario del 23 gennaio 2016 – a cura di Michele Galluzzi

Guarda la galleria: DOOM: galleria immagini (23-01-2016)

I vertici di Bethesda ci propongono delle nuove immagini di gioco di DOOM, il reboot per PC e console current-gen con cui i ragazzi di id Software proveranno a difendere il buon nome di questa iconica serie sparatutto.

Gli evocativi screenshot datici in pasto dagli autori statunitensi ci permettono di ammirare l’ambientazione degli Inferi e alcune delle creature demoniache che ci daranno del filo da torcere per tutta la durata della campagna principale e nelle sfide ad-hoc create dagli appassionati con SnapMap, il poliedrico editor di livelli che potremo utilizzare per dare forma a delle mappe customizzate con cui estendere ulteriormente l’esperienza di gioco all’interno di questa dimensione splatter-horror.

DOOM all’E3 2015: singleplayer e multiplayer in immagini e video

Parallele e complementari alle missioni della campagna singleplayer e alle sfide custom realizzate con SnapMap ci saranno poi le battaglie dell’altrettanto importante comparto multiplayer competitivo, grazie al quale potremo sperimentare le diverse combinazioni di armi e le strategie da adottare per trarre il meglio da ciascuna abilità studiando nel dettaglio la configurazione delle mappe e la posizione delle piattaforme di rigenerazione di oggetti consumabili, munizioni equipaggiamenti rari e armi speciali.

La data di lancio di DOOM non è stata ancora annunciata ma dovrebbe avvenire entro e non oltre la prima metà del 2016 su PC, PlayStation 4 e Xbox One. L’uscita dell’atteso sparatutto di id Software, comunque, sarà preceduta da un’intensiva fase di beta testing a porte chiuse il cui accesso sarà garantito a una ristretta cerchia di addetti al settore e a coloro che hanno acquistato Wolfenstein: The New Order.

Ti potrebbe interessare
Yamauchi: Gran Turismo 5 userà l’80% della potenza PS3
Guida Ps3

Yamauchi: Gran Turismo 5 userà l’80% della potenza PS3

In quella che dovrebbe essere la sua prima uscita pubblica dopo il recente rinvio di Gran Turismo 5 in Giappone, Kazunori Yamauchi è tornato a parlare della propria creatura concedendosi ai microfoni di VentureBeat.Secondo il creatore della serie Gran Turismo, il quinto capitolo della serie principale utilizzerà circa l’80% della potenza di calcolo offerta dalla

Konami: nessuna soluzione permanente ai problemi di Metal Gear Online
Action Online Ps3

Konami: nessuna soluzione permanente ai problemi di Metal Gear Online

Pressata dai continui problemi che stanno affliggendo dal 17 luglio Metal Gear Online, Konami ha candidamente ammesso di non avere al momento soluzioni permanenti per fronteggiare l’alto carico sui server.La politica attuale per permettere l’accesso allo Shop resta quella della rotazione degli intervalli di indirizzi IP, che dovrebbe garantire la possibilità per tutti di accedere