QR code per la pagina originale

Xbox One: le demo non saranno obbligatorie per i titoli digitali di terze parti

Microsoft fa alcune precisazioni sulla politica che attuerà per le demo di Xbox One

,

Xbox One non richiederà agli sviluppatori di terze parti una demo obbligatoria per i giochi distribuiti in digital delivery su Xbox Live. A rivelare questo particolare risvolto della politica Microsoft è stato Marc Whitten in una sessione di domande e risposte con IGN.

Questo è un cambiamento deciso rispetto a quanto imposto su Xbox 360, dove ogni gioco messo in vendita su Xbox Live Arcade doveva per forza offrire ai giocatori una versione dimostrativa. Chiaramente questa ci sembra una novità piuttosto negativa per i giocatori, nonché un passo indietro su quella che era una delle caratteristiche che più mi piacevano dell’attuale politica attuata da Microsoft. Ma forse Whitten lascia una speranza:

«Non tutti i giochi avranno demo come adesso le hanno i giochi Xbox Live Arcade su Xbox 360. Detto questo, lavoreremo in tantissimo modi per permettere ai giocatori di provare nuovi giochi sul nostro servizio»

…senza però specificare alcun dettaglio.

Poche ore fa era stato annunciato che Xbox One non supporterà da subito le periferiche di storage esterne, per cui gli utenti dovranno affidarsi – almeno per qualche mese – al solo hard disk interno da 500GB.

Xbox One arriverà in 13 diversi mercati mondiali il prossimo novembre a un prezzo di 500€. La versione Xbox One Day One Edition offrirà in regalo un controller commemorativo e una copia gratuita (digitale) di FIFA 14.

Video:Minecraft Dungeons: trailer in cinematica dal Minecon 2019