The Division: Ubisoft Reflections coinvolta nello sviluppo - sempre più probabile lo slittamento al 2015

Gli autori di Driver, Destruction Derby e Just Dance annunciano di star collaborando con Ubisoft Massive ai lavori su questo ambizioso MMO: ma i tempi di sviluppo sono ancora molto lunghi

Il team di Ubisoft Reflections, nella persona del direttore Pauline Jacquey, annuncia il proprio coinvolgimento nel progetto di Tom Clancy's The Division: la storica casa di Newcastle artefice delle serie di Drive, Destruction Derby e Just Dance affiancherà così gli svedesi di Ubisoft Massive per cercare di velocizzare il processo di sviluppo di questo attesissimo sparatutto online ambientato in una New York post-apocalittica dominata dagli sciacalli e dalla neve.

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare dopo un simile annuncio, però, la conferma dell'ingresso dei ragazzi di Ubisoft Reflections nel gruppo di lavoro di questo ambizioso e atteso MMO non fa che confermare le indiscrezioni di queste ultime settimane relative a un significativo ritardo nello sviluppo del progetto.

Tom Clancy's The Division: galleria immagini
Tom Clancy's The Division: galleria immagini
Tom Clancy's The Division: galleria immagini
Tom Clancy's The Division: galleria immagini

Dalle parole pronunciate per l'occasione ai microfoni di Develop dallo stesso direttore Jacquey, apprendiamo infatti che l'affiancamento dei Reflections agli Ubisoft Massive è avvenuto pochi mesi fa e che il loro coinvolgimento, oltretutto, non ha a che fare con lo sviluppo di un particolare aspetto del titolo ma riguarda il progetto nel suo insieme, dalla stesura delle righe di codice dell'intelligenza artificiale dei nemici guidati dalla CPU alla costruzione delle ambientazioni di gioco.

Il lancio di Tom Clancy's The Division, stando alle indicazioni ufficiali offerteci da Ubisoft, dovrebbe avvenire a fine 2014 su PC, PlayStation 4 e Xbox One: in ragione di queste ultime notizie, però, è chiaro che la finestra di commercializzazione più probabile sia diventata la prima metà del 2015.

  • shares
  • Mail