The Order: 1886 - nuovo video-diario di sviluppo sui Licantropi

Scopriamo cosa si cela dietro ai muscoli e alle zanne di una delle creature più pericolose dell'universo di The Order: 1886

I ragazzi di Ready at Dawn pubblicano un nuovo video-diario di The Order: 1886 per alimentare le nostre speranze nei confronti di questo ambizioso sparatutto e illustrarci, attraverso le parole pronunciate per l'occasione dal direttore creativo e amministratore delegato Ru Weerasuriya, i passaggi più importanti del processo di sviluppo compiuto in questi mesi per plasmare i Licantropi, le creature più pericolose che dovremo affrontare nel corso della campagna principale.

Dotati di una velocità sovrumana, di un fiuto infallibile e di una fame insaziabile, i Licantropi daranno del filo da torcere ad Arthur Galahad e alla sua squadra per tutta la durata dell'avventura: a dispetto delle loro mostruose fattezze e dell'accezione comune, però, questi esseri saranno dotati di un'intelligenza particolarmente raffinata, come dimostrano le scene di gioco ammirate durante l'E3 2014.

The Order: 1886 - E3 2014 - galleria immagini

The Order: 1886 - galleria immagini

I Lycan, però, non saranno gli unici esseri da cui dovremo guardarci le spalle: ai mutanti della Londra "futuristico-vittoriana" di The Order s'aggiungeranno infatti anche i criminali dei bassifondi e i nuclei terroristici sorti nei quartieri periferici della megalopoli inglese per rivendicare diritti e contrastare l'industrializzazione selvaggia.

Senza indugiare oltre, vi lasciamo al video-diario in apertura d'articolo e ricordiamo a chi ci segue che la commercializzazione di The Order: 1886 è prevista per il 20 febbraio del 2015. Il titolo, come oramai sapranno anche i sassi, vedrà la luce solo ed esclusivamente su PlayStation 4.

GUARDA - The Order: 1886 torna a mostrarsi in video

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

LEGGI - The Order: 1886 - l'uscita slitta a inizio 2015

  • shares
  • Mail