N++ per PS4: immagini e video di lancio

L’adrenalinico platform bidimensionale di Metanet Software si presenta agli appassionati del genere su PlayStation 4

Gli autori canadesi di Metanet Software festeggiano assieme a tutti gli appassionati su PlayStation 4 di platform vecchia scuola l’approdo su PSN di N++ confezionando un video di lancio e delle immagini esplicative dedicate alla varietà dei livelli e degli enigmi ambientali da risolvere.

Gli oltre 2000 mondi virtuali dallo stile minimalista che concorreranno a formare la campagna principale di questo progetto rivolto a un’utenza matura saranno pieni zeppi di ostacoli, di nemici e di trappole da evitare saltellando per lo scenario in compagnia del proprio alter-ego, il funambolico tecno-ninja di un lontano futuro bidimensionale.

Guarda la galleria: N++ per PS4: galleria immagini

L’elevato tasso di sfida dei livelli e la fantasia richiesta per superare gli enigmi proposti di volta in volta dai Metanet sono le basi su cui gli autori nordamericani hanno eretto le meccaniche di gioco di un titolo che, come se non bastassero gli infiniti stage dell’avventura principale (affrontabile sia da soli che in multiplayer locale per un massimo di 4 giocatori), può vantare la presenza di un generoso editor che consente agli utenti più creativi di realizzare e condividere in rete le proprie ambientazioni.

Prima di lasciarvi alle restanti immagini in galleria e al video in apertura d’articolo, ricordiamo quindi ai nostri prodi lettori che N++ è disponibile su PlayStation 4 a 19,99€ ma con la possibilità, per gli abbonati al servizio PS Plus, di ottenere il titolo a 17,99€ (con uno sconto del 10%) a patto di acquistarlo nella settimana di lancio.

N++: nuove immagini sulla varietà dei livelli
Ti potrebbe interessare
Confermato il seguito di Uncharted
Action Brevi Ps3

Confermato il seguito di Uncharted

I possessori di PS3 saranno felici di sapere che il seguito di Uncharted: Drake’s Fortune, sarà realizzato: ad affermarlo è Christophe Balestra, co-presidente di Naughty Dog, sulle pagine virtuali del sito francese LCI, dove chi conosce la lingua d’oltralpe può leggere l’intervista completa, mentre a beneficio di tutti gli altri ne riporto l’estratto dove si