Battlefield Hardline esce a marzo, Battlefield 5 arriverà a fine 2016

I vertici di Electronic Arts fissano i periodi di lancio dei prossimi capitoli della saga sparatutto di DICE

In occasione dell'importante appuntamento autunnale pianificato con gli azionisti e gli investitori più influenti di Electronic Arts nel periodo immediatamente precedente all'apertura della stagione natalizia (da sempre il periodo più cruciale e fruttuoso dell'industria videoludica), i vertici del famoso publisher a stelle e strisce hanno fissato la data di lancio ufficiale di Battlefield Hardline e indicato il periodo di uscita del capitolo successivo, Battlefield 5.

Stando all'ultimo report finanziario di EA, la data d'uscita ufficiale del progetto "guardie e ladri" firmato da Visceral Games vedrà la luce dei negozi europei il prossimo 19 marzo: il titolo, come previsto, sarà disponibile nelle edizioni PC, PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4 e Xbox One. Nelle strategie di medio-lungo termine di Electronic Arts rientra invece l'indicazione della fine del 2016 come periodo di commercializzazione più probabile per Battlefield 5.

Battlefield Hardline: guarda le immagini dell'E3 2014

Battlefield Hardline - E3 2014 - galleria immagini

Il quinto capitolo della saga, diversamente da Hardline, sarà curato dagli studios finlandesi di EA DICE e dalla sussidiaria californiana di DICE Los Angeles. A parte questo, però, non sappiamo quali saranno le piattaforme su cui verrà proposto e quanto distante potrà essere dall'esperienza di gioco e dalla narrazione "classica" di una serie che, ad eccezione dello spin-off futuristico di Battlefield 2142 e del progetto ponte di Hardline, è sempre rimasta nel solco della "simulazione bellica" e della guerra ad ambientazione storica o moderna.

Con l'annuncio dell'uscita di Battlefield 5 nel periodo compreso tra l'autunno e l'inverno del 2016, l'iconica serie di EA DICE esce così dal novero dei brand "annualizzati" (come FIFA, Assassin's Creed e Call of Duty) per aderire alle nuove direttive del colosso di Redwood City in merito ai test e alle verifiche generali che le sussidiarie di EA, d'ora in avanti, saranno tenute a condurre per garantire la bontà del lavoro svolto in tutte le fasi del processo di sviluppo dei videogiochi e dei motori grafici a loro affidati.

  • shares
  • Mail