World of Warcraft: la "Veteran Edition" esiste, ma non si tratta di free-to-play

La Veteran Edition di World of Warcraft permetterà ai giocatori con abbonamento scaduto di entrare nel mondo di Blizzard, con limitazioni.

warcraft-orc

La Veteran Edition di World of Warcraft esisterà davvero, anche se in forma diversa rispetto a quella completamente free-to-play che le voci di corridoio assegnavano al MMORPG campione d'incassi di Blizzard. A spiegare di cosa si tratta, proprio in seguito al rumore in rete, è stato il community manager Bashiok:

"Abbiamo sempre avuto questa limitazione strana in cui se non hai mai giocato a WoW, ti permettiamo di giocare quanto vuoi, anche se con un account molto limitato in Starter Edition. Se però hai avuto un abbonamento - ma al momento non lo hai - non ti facciamo neanche effettuare il login.

Nella versione 6.1 riporteremo gli account scaduti in una 'modalità' Starter Edition, con tutte le stesse restrizioni. La differenza sarà che i personaggi con livello inferiore a 20 potranno entrare in una gilda in cui si trovi uno degli altri personaggi dell'account."

Veteran Edition e Starter Edition conserveranno dunque le stesse limitazioni, con buona pace di chi poteva immaginare un World of Warcraft completamente free-to-play: level cap di 20 su 100 livelli attualmente presenti e un massimo di 10 gold, oltre all'impossibilità di contattare giocatori che non siano nella propria lista amici e altri limiti sulle comunicazioni.

Con l'arrivo della patch 6.1, tutti gli account con abbonamento scaduto saranno automaticamente portati alla Veteran Edition.

Via | Cnet.com

  • shares
  • Mail