Take-Two: "Sviluppare videogiochi sta diventando troppo costoso e rischioso"

Il presidente del colosso videoludico che detiene i diritti sulla serie di Grand Theft Auto dice la sua sullo stato dell'indutria dell'intrattenimento digitale

Nel corso di un'intervista rilasciata ai giornalisti di Bloomberg TV in merito alle possibilità di investimento offerte dalle più importanti aziende del settore che operano nell'industria videoludica moderna, il presidente e amministratore delegato di Take-Two Interactive, Strauss Zelnick, ha manifestato tutta la sua preoccupazione per l'ascesa incontrollata del costo di produzione dei videogiochi:

"Si possono fare tantissimi soldi con i titoli di maggior richiamo e con i videogiochi di serie sportive, ma il nostro rimane pur sempre un business molto costoso e l'alto profilo di rischio degli investimenti in questo settore riflettono questa situazione. Il momento migliore per entrare in questa industria sono stati gli anni '80, un po' come è accaduto a Hollywood con l'esplosione del fenomeno del cinema negli anni '30."

Strauss Zelnick Take-Two 15-02-2015

Leggi anche - Take-Two: "Se Grand Theft Auto V vi offende, non compratelo"

"Attualmente, gli eccessivi costi di produzione, di marketing e, nel caso dei titoli sportivi, delle licenze, erodono il margine potenziale di profitto e creano un profilo di alto rischio, creando una sorta di barriera per tutti coloro che vogliono entrare in questa industria. Se non hai duecento sviluppatori e artisti altamente qualificati, non hai grandi capitali e non puoi disporre della liquidità necessaria a commercializzare propriamente il tuo videogioco, sei tagliato fuori."

Le parole espresse da Zelnick acquistano ulteriore peso se consideriamo che i vertici di Take-Two, avendo in portafoglio l'intero pacchetto azionario di Rockstar Games, detengono i diritti di sfruttamento esclusivo del marchio multimilionario di Grand Theft Auto e che, grazie alle vendite generate dalle versioni per PC, PS4 e Xbox One di GTA V, chiuderanno il prossimo anno finanziario con dei ricavi record. E voi, cosa ne pensate al riguardo?

via | Bloomberg TV

  • shares
  • Mail