Driver Speedboat Paradise sfreccia su iOS e Android: video d'annuncio e primi screenshot

La storica serie di Driver "si tuffa" nelle caldi acque dei racing game gratuiti per sistemi iOS e Android di ultima generazione

I vertici di Ubisoft riportano al centro della scena videoludica la serie di Driver adattandola a un contesto tutto nuovo con Driver Speedboat Paradise, un gioco di guida arcade per sistemi iOS e Android di ultima generazione che abbraccia il modello dei free-to-play e riprende la formula di storici racing game "acquatici" come Hydro Thunder o Wave Race.

Il canovaccio narrativo steso dagli autori di Ubi per dare forma alla "storia" di questo titolo sarà puramente di servizio e coinvolgerà il povero John Tanner in un pericoloso giro di corse illegali per aiutarlo ad arrestare i membri più influenti di una pericolosa organizzazione malavitosa che opera nel settore organizzando sfide in tutto il mondo come copertura per i loro traffici illeciti di droga e armi.

Guarda le primissime immagini di Driver Speedboat Paradise per iOS e Android

Driver Speedboat Paradise: galleria immagini

Progredendo nella storia sarà possibile ottenere nuovi upgrade, collezionare parti di motoscafo, sbloccare nuovi bolidi e sbizzarrirsi con le opzioni per l'officina virtuale correlate alla customizzazione dei veicoli in proprio possesso (come per la scelta del colore e delle decalcomanie). Non mancheranno poi le sfide multiplayer da affrontare sui tracciati della campagna principale per acquisire ulteriori punti esperienza e pacchetti di denaro virtuale da spendere in potenziamenti prestazionali e miglioramenti estetici.

Driver Speedboat Paradise sarà disponibile su App Store e Google Play nel corso del mese di aprile: sin dal lancio, il titolo potrà essere scaricato in via del tutto gratuita, con la possibilità ulteriore di accedere a un negozio interno per le microtransazioni facoltative qualora si volessero sbloccare anzitempo i bonus altrimenti ottenibili nella storia e nelle gare in rete.

Leggi anche - Driver: San Francisco - la recensione

  • shares
  • Mail