Dirty Bomb: riprende il beta testing - nuove immagini sulle diverse classi personaggio

Gli Splash Damage lanciano una nuova fase di beta testing per il loro prossimo sparatutto free-to-play nato da una costola del progetto di Brink

Gli sviluppatori britannici di Splash Damage tornano a rivolgersi agli appassionati di sparatutto per annunciare il rilancio del progetto di Dirty Bomb con l'apertura di una nuova fase di beta testing.

Accompagnato da una nuova infornata di immagini e di scene di gioco sui protagonisti e sulle classi personaggio di questo MMOFPS nato da una costola del progetto naufragato di Brink, l'annuncio della nuova beta a porte chiuse di Dirty Bomb servirà a dare agli autori britannici gli strumenti per correggere gli elementi principali dell'impianto di gameplay, delle modalità multiplayer e del negozio interno per le microtransazioni facoltative prima del raggiungimento della versione finale.

Guarda le ultime immagini di gioco di Dirty Bomb

Dirty Bomb: galleria immagini

Chi ha già partecipato alle precedenti fasi di beta testing, e chi contribuirà allo sviluppo del titolo giocando a quest'ultima Closed Beta, potrà ottenere la Limited Edition Obsidian Loadout Card e avrà la possibilità di mantenere le armi, le abilità e gli elementi di equipaggiamento sbloccati per il proprio alter-ego. Tutti gli altri, ovviamente, dovranno partire da zero e guadagnare punti esperienza indossando i panni dei poliziotti o dei rivoltosi nelle diverse modalità che correranno in rete all'interno di questa dimensione ambientata in una Londra post-apocalittica caduta in disgrazia dopo essere stata colpita da una bomba nucleare sporca.

L'esito dell'iniziativa promossa dagli Splash Damage con la Closed Beta di Dirty Bomb determinerà il lasso di tempo che ci dividerà dal lancio ufficiale di questo sparatutto free-to-play votato alla cooperativa: nel frattempo, quindi, tanto vale ingannare l'attesa per l'annuncio del periodo di uscita di Dirty Bomb su PC (e magari anche su PlayStation 4 e Xbox One) ammirando gli screenshot odierni e il trailer in apertura d'articolo.

  • shares
  • Mail