PlayStation Network: un esperto di sicurezza accusa Sony di avere usato sistemi di protezione obsoleti


Sony utilizzava un software di sicurezza antiquato e non aveva nessun firewall attivo quando gli hacker si sono introdotti nei server del PlayStation Network e hanno rubato i dati personali di milioni di utenti. L'accusa viene dall'esperto di sicurezza Gene Spafford della Purdue University, che rincara la dose aggiungendo che l'azienda era al corrente della situazione ormai da mesi.

Secondo il Dr. Spafford, Sony era infatti stata avvisata della situazione almeno tre mesi prima dell'attacco degli hacker, attraverso un forum costantemente frequentato da dipendenti dell'azienda. Alcuni utenti del forum avrebbero indicato a Sony che la versione dell'Apache Web Server che stava utilizzando era ormai obsoleta.

Nel frattempo, il magistrato Eric Schneiderman della corte di New York ha chiamato Sony a testimoniare in aula sul recente disastro. Al momento attuale non si sa ancora quando il PlayStation Network riprenderà a funzionare: Sony è rimasta sul generico dicendo "nei prossimi giorni".

via | The Consumerist

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: