PlayStation Network: gli hacker hanno affittato un server Amazon per l'attacco


Gli hacker che hanno messo in ginocchio il PlayStation Network si sono serviti di un server affittato su Amazon usando false credenziali.

A riportarlo è Bloomberg, che avrebbe ricevuto l'informazione da fonti anonime. Viene riportato anche che l'FBI potrebbe sequestrare il server di Amazon e costringere alcuni dipendenti del colosso americano a una testimonianza in tribunale.

Ricordiamo che il PlayStation Network è offline dallo scorso 20 aprile, e l'attacco degli hacker non ha causato solo disagi per l'utilizzo del servizio, ma anche compromesso i dati personali e i numeri i carta di credito di milioni di utenti in tutto il mondo.

Di recente Sony aveva dichiarato che il ripristino completo dei servizi sarebbe avvenuto entro il 31 maggio, con i servizi principali come il gioco online rimessi online anche prima di quella data. In un comunicato successivo aveva ancora accorciato le tempistiche parlando di "pochi giorni". Nelle scorse ore ci sono stati segnali incoraggianti, con sporadici ritorni online a macchia di leopardo.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: