eBay dice no alle proprietà virtuali

Con una mossa che ha sorpreso molti, eBay ha eliminato manu militari ogni proprietà virtuale dalle sue liste. Niente più vendite di oro, personaggi, armi e roba varia provenienti dai giochi online più popolari. E dire che la vendita di questo genere di cose ha accompagnato tutta la storia di eBay - ricordo la vendita di personaggi di Ultima Online a costi incredibili a pochi mesi dall'uscita del gioco.

La questione, comunque, è spinosa: software house come Blizzard rivendicano la proprietà di oggetti e personaggi in-game, e operano una vigilanza costante su venditori e acquirenti. Altre società come Sony Online invece tentano di mantenere il monopolio sulla vendita e l'acquisto di contenuti, mantenendo propri negozi.

Con l'ingigantirsi del mercato e con colossi come IGE a dominare il mercato dei contenuti virtuali, sembra soltanto questione di tempo prima che si scateni una slavina di processi e denunce da parte un po' di tutti. Non è che sia chiarissimo come andrà a finire, come sempre quando nascono nuove zone grigie in campo legale. eBay, comprensibilmente, si è messa al riparo.

  • shares
  • Mail