GameScenes. Arte e Videogiochi


Per chi pensa che nei Videogiochi si arrivato il momento di fare il salto di qualità da un semplice "passatempo per bambini" a un media adulto in cui si possano sviluppare, perché no, anche forme d'arte (sempre che questo salto non sia già stato fatto), troverà interessante questo libro: GameScenes. L'arte nell'era dei videogiochi (Johan & Levi, 2006) Curato da Matteo Bittanti, ricercatore a Berkeley scrittore di numerosi libri sul fenomeno Videogiochi, e Domenico Quaranta, il libro consiste in una rassegnai di opere di oltre trenta artisti internazionali, accompagnata da saggi critici di esperti di arte e videogame, e il tutto è frutto di una mostra che si è svolta l'Ottobre scorso a Monza.
Sicuramente qualcosa di più interessante da leggere del manuale di un Videogioco no? E magari potete sbatterlo in faccia al prossimo che vi rimprovera di stare sempre "attaccato al computer a giocare a fare chissà che cosa".

Come dice lo stesso Bittanti "GameScenes si propone di raccontare attraverso immagini e testi l'estetica dell'arte videoludica, esaminare le modalita' attraverso le quali gli artisti hanno reinterpretato e adattato il videogame alle loro esigenze. Ogni capitolo si compone di una sequenza di screenshots di grandi dimensioni e in alta risoluzione, accompagnata da un testo che ha la funzione di illustrare i presupposti estetici, atmosfere, intenzioni espressive e il contesto dell'opera".

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: