Will Wright: «i giochi possono cambiare il mondo»


«Dando ai bambini un gioco come questo, spero di dare loro una certa consapevolezza di come potrebbe essere vivere sulla terra fra 100 anni. Ecco perché penso che i giochi possano cambiare il mondo». Questo non è certo il vaneggiamento di un ubriacone nei quartieri malfamati di San Francisco, ma una dichiarazione di Will Wright, fondatore della Maxis e creatore di serie multimilionarie come Sim City o The Sims, ora al lavoro sull'ambizioso Spore.

Ed è proprio a Spore che il game designer si riferisce, considerando il gioco come un potenziale strumento educativo per i bambini di tutto il mondo, soprattutto in chiave ecologica. In Spore, infatti, fra le innumerevoli caratteristiche promesse, si potrà anche espellere nell'atmosfera tutta l'anidride carbonica di un pianeta con la sola pressione di un tasto, rendendo l'ambiente inabitabile ed invaso dalle fiamme in pochi minuti. Un messaggio immediato ed efficace?

Non possiamo ancora dire se Spore conquisterà i bambini e riuscirà addirittura ad educarli, ma è facile immaginare che uno dei più accaniti fan della gioco di Will Wright potrebbe essere Al Gore.

Di Spore abbiamo già parlato più volte qui e qui.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: