John Romero: le console devono essere ripensate

Sembra che in questi giorni l'industria dei videogiochi sua PC si sia messa d'accordo per fare dichiarazioni ad effetto atte a rivalutare il computer come macchina da gioco, e svalutare di conseguenza le console.

Dopo le dichiarazioni varie di HP, Nvidia, Rich Wickham e Lars Butler, secondo le quali le console avrebbero i giorni contati, scende in campo anche il co-creatore di Doom John Romero.

«Il futuro delle console next-gen non è così luminoso, visto l'avvicinarsi di PC multi-core economici e del grande cambiamento che l'industria dei PC avrà nei prossimi 5 anni proprio per adattarsi al nuovo concetto di hardware a più core», spiega Romero.

«La mia previsione è che le console come PS3 e Xbox 360 stiano per essere sottoposte ad una massiccia riprogettazione o addirittura stiano per venire abbandonate completamente. Il Wii ha il design perfetto per una console che non fa finta di essere un PC ed è diretta più al casual gamer che all'hardcore gamer. Gli hardcore gamer giocheranno su PC o su nuove piattaforme simil-PC che raggiungeranno tutta la casa con il Wi-Fi, anche con il segnale video».

Resta da capire cosa siano queste piattaforme "simil-PC", anche perché console come Xbox 360 e PlayStation 3 stanno facendo di tutto proprio per avere le caratteristiche sopra descritte, per poter essere usate come macchine da gioco, come Media Center, per navigare il web (soprattutto nel caso della console Sony). Le previsioni di Romero quindi, sempre considerando come il trend degli ultimi 10 anni dica che moltissimi utenti abbandonano inesorabilmente il PC per giocare solo con le console, sembrano poco chiare e in qualche modo controverse.

[via Adrenaline Vault]

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: