PlayStation 4: il firmware 2.0 Masamune in arrivo la prossima settimana

Il firmware 2.0 di PlayStation 4 porterà con sé anche la funzionalità Share Play.

Il firmware 2.0 di PlayStation 4, battezzato da Sony col nome Masamune, arriverà la prossima settimana. Per l’esattezza, l’attesa nuova versione del software di sistema della console sarà messo a disposizione per il download l prossimo 28 ottobre.

La notizia arriva tramite i canali ufficiali di Twitter, dove l’account @PlayStation ha postato anche un’immagine dedicata al firmware 2.0 di PlayStation 4, che ricordiamo offrirà tra le varie novità anche la possibilità di personalizzare l’aspetto dei menu coi temi. Ecco il tweet:

Un’altra nuova funzionalità di PlayStation 4 sarà quella che permetterà ai suoi utenti di usare un nuovo lettore musicale da USB, in grado di riprodurre file di tipo MP3, MP4, M4A e 3GP anche nel corso delle proprie sessioni di gioco. La musica, come sappiamo, non potrà essere trasferita sulla console, e la memoria USB dovrà dunque rimanere sempre collegata per ascoltare i brani.

Il software di sistema di PlayStation 4 si occuperà inoltre di suggerirci alcuni giocatori che potremmo conoscere, in una maniera che sembra simile ai suggerimenti d’amicizia di Facebook e simili. Novità anche per la libreria dei giochi, che adesso risulterà più gestibile grazie a qualche miglioria introdotta all’interno dell’interfaccia.

Novità anche per il mondo dello streaming, dove saranno messi a disposizione maggiori controlli nella ricerca delle sessioni di gioco che realmente interessano. In arrivo anche la funzionalità Share Play, con la quale coinvolgere i propri amici nelle partite che si giocano, anche se essi non possiedono una copia del singolo gioco.

Ti potrebbe interessare
La PSP fa anche da guida turistica
Varie

La PSP fa anche da guida turistica

A partire da questo autunno la PSP non sarà solo (si fa per dire) una console multimediale per l’intrattenimento, ma anche uno strumento da utilizzare come guida turistica interattiva e tascabile. Dalla collaborazione fra SCEE e Lonely Planet è infatti nata la prima serie di guide dedicate ad alcune delle capitali più belle del Vecchio