Final Fantasy VII: il remake avrà un nuovo sistema di combattimento

Tetsuya Nomura preannuncia "drammatici cambiamenti" al combat system del capolavoro originario

final-fantasy-vii-remake.jpg

L'annuncio da parte di Square Enix dell'attesissimo remake di Final Fantasy VII ha scosso tutti gli spettatori dell'E3 2015 e continua tuttora a dominare le pagine dei siti e dei forum videoludici di mezzo mondo, con migliaia di fan che si chiedono fino a che punto si spingeranno gli sviluppatori nipponici per evolvere il capolavoro originario.

È forse questo il motivo che ha spinto il direttore Tetsuya Nomura a intervenire sulle pagine del PlayStation Magazine inglese per ripercorrere le prime tappe del percorso creativo e indicarci, così facendo, uno dei punti principali su cui interverrà per "attualizzare" l'epopea JRPG di Cloud Strife e compagni, vale a dire il sistema di combattimento.

"Rispetto al combat system del titolo originario, ci saranno dei cambiamenti sostanziali. Detto questo, chiariamo però una cosa: non lo trasformeremo in una sorta di sparatutto, gli interventi che compiremo per innovare il sistema di combattimento lo trasformeranno in maniera a dir poco drammatica ma state pur certi che continuerà a mantenere una forma riconoscibile e familiare ai fan di lungo corso.

Per dare forma al nuovo combat system ci siamo ispirati al film Final Fantasy VII: Advent Children (anch'esso diretto da Nomura, NdR). Questo non significa, però, che riutilizzeremo le medesime animazioni e i modelli 3D di Advent Children, anche perchè sono passati dieci anni dalla sua uscita e stiamo utilizzando un motore grafico completamente diverso."

Final Fantasy VII Remake dovrebbe arrivare su PlayStation 4 nel corso del 2017, per poi approdare su PC e console current-gen (Xbox One e, forse, Nintendo NX) in un secondo momento.

via | GamesRadar

  • shares
  • Mail