Star Wars Battlefront: la prova della beta

Star Wars Battlefront si fa apprezzare nel complesso, ma DICE dovrà lavorare per migliorare alcune cose.

Se siete dei fan di Guerre Stellari, la probabilità che abbiate atteso l’ultimo fine settimana con una certa ansia è piuttosto elevata. Non per l’uscita de Il Risveglio della Forza, per il quale bisognerà aspettare ancora un paio di mesi, ma per l’arrivo della beta aperta di Star Wars Battlefront, videogioco di prossima uscita dedicato alla galassia lontana lontana creata da George Lucas.

Dal 9 al 13 ottobre, con estensione di un giorno rispetto a quanto programmato, tutti i giocatori hanno infatti potuto godere di un’anteprima di ciò che li aspetterà nella versione finale del titolo targato Electronic Arts, libera da ogni restrizione: ne abbiamo approfittato anche noi per prendere il nostro blaster e scendere in campo con le forze dell’Impero e dei Ribelli.

Da Battlefield a Battlefront

Come prevedibile, la beta di Star Wars Battlefront si è concentrata sulla modalità multiplayer, che come annunciato ormai diverso tempo fa ne sarà la colonna portante. La prima tipologia di gioco proposta è la Drop Zone, all’interno della quale due team da otto membri l’uno si contendono il controllo di una serie di Escape Pod piovuti dal cielo in aree casuali della mappa. Due round - uno per parte - della durata di qualche minuto, all’interno dei quali non compare alcun veicolo per privilegiare scontri ravvicinati tra le rocce di Sullust, uno dei tre pianeti proposti nella beta.

Alla luce delle prove effettuate con le altre modalità presenti nella beta, possiamo senz’altro dire che Drop Zone ci è sembrata quella per ora più divertente, anche se c’è da dire che la vera essenza di Star Wars è respirabile ancora di più nella seconda modalità proposta, Walker Assault. In questo caso, il numero di giocatori per squadra sale infatti a venti, dando vita a uno scontro in scala ben più grande anche grazie all’introduzione dei veicoli più famosi dell’universo di Guerre Stellari: i mastodontici AT-AT e i più versatili AT-ST, oltre a velivoli leggendari come A-Wing e TIE Fighter.

star-wars-battlefront-zona-di-lancio.jpg

Il loro uso da parte dei soldati che ci troviamo a impersonare è subordinato alla raccolta di specifici power-up, sparsi sulla mappa: allo stesso modo, è possibile “evocare” un eroe per parte, portando tra i ranghi dei Ribelli Luke Skywalker e tra quelli dell’Impero Darth Vader, insieme alle loro immancabili spade laser. Tornando alla descrizione della modalità, gli AT-AT seguono in realtà un percorso prestabilito, per arrivare alla base dei Ribelli sul pianeta Hoth: la modalità rievoca infatti l’epica scena della battaglia vista ne L’Impero Colpisce Ancora.

Le forze in difesa hanno il compito di attivare gli uplink presenti sul campo di battaglia, per rendere così vulnerabili temporaneamente gli AT-AT, che invece gli attaccanti dell’Impero devono riuscire a mantenere in vita per completare con successo la missione: la modalità almeno per ora riesce a soddisfare solo in parte, principalmente a causa di un bilanciamento non proprio ottimale, che fa vincere quasi sempre il round all’Impero. Anche se nel film era questo l’esito finale della battaglia, nel videogioco dopo un po’ sapere quale sarà al 99% il risultato dello scontro finisce inevitabilmente per stancare.

Concludiamo la carrellata sulle modalità con l’ultima che ci è stata proposta, denominata Survival: si tratta più o meno della classica Orda, adattata all’universo di Guerre Stellari. Da solo o in co-op con un altro amico, il giocatore è chiamato ad affrontare gruppi crescenti di stormtrooper nemici controllati dalla CPU, accompagnati di tanto in tanto da un AT-ST: sarà dunque una delle modalità affrontabili offline che troveremo nella versione finale di Star Wars Battlefront. Per il momento, dopo una prova veloce abbiamo preferito dedicarci al multiplayer, rimandando qualsiasi parere in merito all’arrivo del gioco sul mercato. La Survival è comunque da provare per dare un’occhiata alla sua mappa, ambientata sul pianeta Tatooine.

star-wars-battlefront-closed-alpha-hoth-2.jpg

Sentire la Forza

Star Wars Battlefront avrà l’arduo compito di accontentare sia i fan di Guerre Stellari che quelli del genere shooter in prima persona, tentando di sfruttare la lunghissima esperienza di DICE in merito. Per il momento, ci sentiamo di dire che il gioco presenta luci e ombre. Le prime sono rappresentate da un comparto tecnico di altissimo livello, che su console e ancora più su PC permette di sentirsi davvero su un campo di battaglia della galassia lontana lontana: ampi panorami e incrociatori che ci sovrastano nel cielo sono solo alcuni dei dettagli apprezzabili nel comparto grafico di Star Wars Battlefront, in grado di offrire un colpo d’occhio davvero notevole.

Se su Sullust sono le lande devastate dalla guerra a impressionarci, su Hoth la rappresentazione della lotta sul pianeta innevato offre alcuni attimi davvero imperdibili per un amante di Guerre Stellari, con l’immancabile turbinio di proiettili laser rossi che viaggiano sulle nostre teste con il loro inconfondibile suono. Inutile dire che la colonna sonora può vantare al proprio interno alcuni dei brani più famosi realizzati da John Williams per i film.

Quello che per ora non convince pienamente è invece il gameplay, sul quale in questo mese che ci separa dall’uscita DICE dovrà lavorare ulteriormente: la beta, del resto, è fatta proprio per questo, e speriamo che gli sviluppatori riescano a limare alcuni elementi che a nostro avviso rendono l’esperienza complessiva un po’ troppo casuale. In particolare convince poco la gestione del rinculo delle armi laser, o forse dovremmo dire del non-rinculo: mentre su Internet si dibatte della presenza o meno di tale effetto su pistole e fucili presenti in Star Wars, capita spesso di vedere gente spararsi da un punto all’altro della mappa, a volte riuscendo a uccidere l’avversario in un modo che sembra molto dovuto alla fortuna e poco all’abilità.

Vedremo comunque come andranno le cose nella versione finale di Star Wars Battlefront, destinata ad arrivare sugli scaffali il prossimo 20 novembre in versione PC, PlayStation 4 e Xbox One.

star-wars-battlefront-fighter-squadron.jpg

  • shares
  • Mail